VIAGGI

CARNEVALE A PONT-SAINT-MARTIN

CARNEVALE A PONT-SAINT-MARTIN

MilanoPlatinum Noinonni

In collaborazione con NoiNonni.


CARNEVALE A PONT-SAINT-MARTIN

All’inizio c’era un ponte. Un ponte antico, costruito dai Romani nel I secolo a.C., a cavallo del torrente Lys, in Valle d’Aosta, e che era punto di passaggio obbligato per quanti erano diretti nelle Gallie (l’attuale Francia), e che in seguito fu ribattezzato Pont Saint-Martin in onore di San Martino, vescovo di Tour. Un ponte che esiste ancora, e che ancora oggi è il cuore del paese che si è sviluppato tutto intorno, e che non a caso si chiama come lui: Pont-Saint-Martin, appunto.

Ma torniamo al ponte. Che, con i suoi 36 metri di campata e uno spessore della volta di circa un metro, è uno dei più grandi dell’antichità: non per nulla, sono duemila anni che è percorso da viandanti, eserciti, carri… Questo ci dice la storia; ma intorno al ponte sono fiorite anche tante leggende.

La più nota è quella che vuole che questo ponte sia stato costruito dal diavolo. Le cose sarebbero andate così: San Martino di Tours doveva attraversare il torrente quando la passerella di legno che lo scavalcava si ruppe. Il diavolo propose di costruire un ponte a patto di avere la prima anima che vi fosse passata sopra. Però, quando il ponte fu finito, San Martino lanciò sulla campata un pane e subito dopo liberò un cane, che naturalmente corse a mangiarlo… Fu così che il diavolo fu gabbato e dovette ritirarsi scornato.

Oggi anno a Carnevale a Pont-Saint-Martin si rievoca, oltre alla leggenda del diavolo gabbato, anche quella della Ninfa del Lys, che decise di punire gli abitanti del paese, che l’avevano offesa, distruggendo il ponte. All’ultimo momento però, grazie alle preghiere degli abitanti, abbassò la testa e la terribile onda del torrente in piena passò sotto il ponte, senza danneggiarlo.

Due leggende che sono entrambe alla base una delle feste più famose della Valle d’Aosta. Un Carnevale che comincia già il 6 gennaio, quando la banda musicale fa il giro del paese per avvisare che il periodo carnevalesco è iniziato mentre sotto il ponte viene appeso un fantoccio che raffigura il diavolo e che sarà bruciato il martedì grasso.

Il Carnevale entra però nel vivo il giovedì grasso e continua nei giorni successivi con tanti appuntamenti: il sabato, uno spettacolo di musica e fuochi e una suggestiva fiaccolata animata da personaggi in costume; la domenica, la sfilata di gruppi folkloristici provenienti da varie località; il lunedì, il corteo dei personaggi storico-leggendari legati a Pont-Saint-Martin, oltre a una divertente corsa delle bighe e a una staffetta romana riservata ai ragazzi.

Ma, soprattutto, da non perdere la festa del martedì grasso, con la sfilata dei carri allegorici che culmina nel falò in cui viene bruciato il fantoccio del diavolo. E per finire, un grandioso spettacolo pirotecnico.


LINK UTILI


GALLERY CARNEVALE A PONT-SAINT-MARTIN


VIDEO CARNEVALE A PONT-SAINT-MARTIN

  • Spettacolo Pirotecnico Storico Carnevale di Pont Saint Martin 2009


In collaborazione con NoiNonni

MilanoPlatinum Noinonni