CULTURA

LA CAPPELLA SISTINA DI MILANO

LA CAPPELLA SISTINA DI MILANO –

MilanoPlatinum Milano Segreta

Nasce una nuova rubrica settimanale: un appuntamento alla scoperta di Milano, un diario appassionato di una persona che ama profondamente la nostra città. In collaborazione con la pagina Facebook Milano Segreta, scopriamo insieme la bellezza nascosta della cosiddetta “Cappella Sistina” di Milano.


Quante volte avete sentito dire: “Milano è sempre solo grigia”, “Milano non ha niente a parte il Duomo” e altri mille luoghi comuni? Ebbene, l’appuntamenti di ogni venerdi servirà a sfatare proprio questi luoghi comuni, più famosi della città stessa.
Mi presento, mi chiamo Angelo, il classico “terrone” trapiantato a Milano, città che mi ha tolto tanto, ma che mi ha regalato altrettanto, città che mi ha stregato il cuore, città che reputo di una bellezza sorprendente, magica, ipnotica, a tratti caotica, ma ricca di segreti bellissimi.
Tutto ha inizio dalla pagina Facebook che ho creato, Milano Segreta, pagina seguitissima da oltre 55mila persone, che svela i luoghi, le storie, i monumenti, le curiosità, le news e i segreti sulla città, pagina che nasce proprio dalla voglia di voler dimostrare a tutti, che di Milano, si conosce davvero ben poco, o quasi niente.
In questa rubrica, cercherò di parlare con accurate ricerche in loco quello che spesso pochi conoscono. Milano ha  un patrimonio artistico, storico e culturale che nulla ha da invidiare alle altre città d’arte italiane.È arrivato il momento, di far conoscere davvero Milano per quella che è.

LA CAPPELLA SISTINA DI MILANO

Uno dei luoghi più colossali e di maggiore impatto visivo sconosciuti al grande turismo è San Maurizio al Monastero Maggiore.
La chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore sorge dove un tempo si trovava un antecedente luogo di culto, collegato al Monastero Maggiore delle monache benedettine, demolito nel 1799, che era il più grande e antico cenobio femminile di Milano.
Di questo complesso monastico, fra l’altro collocato sulle rovine del circo,  delle mura romane e della torre (dove sorge il meraviglioso Museo Archeologico di cui parleremo in un altro articolo), rimangono oggi, oltre alla chiesa di San Maurizio, chiostri a dir poco mozzafiato.
Gli interni di San Maurizio sono sfarzosi e ricchissimi di affreschi di alcuni dei più importanti artisti del Cinquecento: Bernardino Luini, Simone Peterzano (che fu maestro di Caravaggio), Paolo Lomazzo, Ottavio Semino, Bergognone e molti altri. Le sue mura affrescate sono grandiose opere d’arte pittoriche che lasciano letteralmente a bocca aperta: proprio per questo motivo, viene da sempre soprannominata la “Cappella Sistina di Milano”.
Mai la decorazione pittorica di una chiesa si è sposata così divinamente con la sua architettura: la sensazione, non appena si varca la soglia del portone, è di stordimento per la troppa bellezza.
Impressionante come simile capolavoro sia per lo più sconosciuto a molti milanesi stessi. Dalla strada, la sua facciata praticamente anonima non lascia trapelare tutta la grande bellezza che invece si nasconde al suo interno, cosa che spesso accade a Milano, motivo per cui molti credono sia una città priva di arte e di luoghi spettacolari.
E invece puntualmente basta andare oltre, per rimanerne estasiati.
San Maurizio si trova al numero 15 di Corso Magenta ed è visitabile dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle 19.30; giovedì dalle ore 9 alle 22.30.
Angelo Mazzone
Facebook: Milano Segreta
Instagram: milanosegreta

GALLERY LA CAPPELLA SISTINA DI MILANO


In collaborazione con Milano Segreta

MilanoPlatinum Milano Segreta