VIAGGI

IL PRESEPE GALLEGGIANTE DI CESENATICO

IL PRESEPE GALLEGGIANTE DI CESENATICO

MilanoPlatinum Noinonni

In collaborazione con NoiNonni, proponiamo un articolo di viaggio, alla scoperta del particolare presepe galleggiante di Cesenatico.


IL PRESEPE GALLEGGIANTE DI CESENATICO

Avreste mai pensato a un presepe allestito sull’acqua, su quelle imbarcazioni a bordo delle quali un tempo i pescatori si avventuravano nel Mare Adriatico? È l’idea da cui è nato un presepe decisamente  insolito e suggestivo: quello allestito sulle imbarcazioni storiche del Museo della Marineria di Cesenatico ormeggiate lungo quel Porto Canale che fu disegnato da Leonardo da Vinci.

Il presepe ha ormai una lunga storia: le prime statue, tutte a grandezza naturale, furono realizzate nel lontano 1986. Erano la Sacra Famiglia e San Giacomo, il patrono di Cesenatico. A questo primo nucleo, con gli anni se ne sono aggiunte molte altre e oggi a dar vita al presepe ci sono circa 50 statue: pescivendoli, pescatori che rammendano le reti, falegnami, burattinai, una donna che vende le piadine, bambini… Insomma, tutta la vita della Cesenatico di un tempo è rievocata dal presepe. E non manca neanche un gruppo di delfini curiosi, che affiorano dall’acqua per dare un’occhiata!

Le statue sono in legno e hanno mani, teste e piedi modellati finemente in legno di cirmolo, mentre il corpo è realizzato in rete metallica avvolta su legno e sulla quale sono drappeggiati gli abiti. Un presepe particolarmente suggestivo la sera, quando un sapiente il gioco di luci lo illumina, riverberandosi sull’acqua e creando infiniti palpiti e mobili riflessi in cui le statue sembrano prendere vita, come in una sacra rappresentazione.

Se però siete a Cesenatico, riservate un po’ di tempo per la visita al Museo della Marineria, l’unico in Italia dedicato alle barche tradizionali e da lavoro. Un museo capace di raccontare tante storie: quelle dei pescatori che partivano ogni notte per avventurarsi in mare; quelle delle mogli che correvano ad attenderli al molo quando il vento si alzava; quelle dei carpentieri, di coloro che tessevano le vele, e insomma di tutto il mondo la cui vita ruotava intorno alle imbarcazioni.

Il museo si divide in due parti: la “sezione terra” e la “sezione galleggiante”. La prima, progettata come un antico arsenale, è organizzata intorno a due antiche imbarcazioni da pesca tradizionali dell’Adriatico, un trabaccolo e un bragozzo, complete di vele ed esposte al centro dello spazio espositivo. Sono loro i “pezzi forti”  dell’esposizione; ma non perdetevi le altre sale, che riservano belle sorprese: per esempio, una chicca come la ricostruzione di una bottega ottocentesca di carpenteria navale, che permette di capire come queste barche venivano realizzate.
La sezione più insolita è però quella galleggiante, un vero museo “en plein air” realizzato nel tratto più interno e più antico del Porto Canale leonardesco. Qui sono ormeggiate dieci imbarcazioni tradizionali dell’Adriatico, tutte con coloratissime “vele al terzo”, contrassegnate dai simboli delle famiglie dei pescatori, e antiche decorazioni, come ad esempio gli “occhi” di prua, che un tempo si pensava servissero a propiziarsi una navigazione favorevole. Tra bragozzi, battane, lance, trabaccoli e paranze, il tempo volerà (e scoprirete anche quali sono le differenze tra tutti questi tipi di imbarcazioni!). E se avete ancora un po’ di tempo, fare un giro nel trabaccolo “Giovanni Pascoli”, di cui si può visitare anche l’interno, con l’ampia stiva  (era utilizzata per il trasporto) e le cabine per i marinai. Ne vale la pena!


LINK UTILI


GALLERY IL PRESEPE GALLEGGIANTE DI CESENATICO


VIDEO IL PRESEPE GALLEGGIANTE DI CESENATICO

  • La magia del Natale a Cesenatico

  • Museo Marineria Cesenatico


In collaborazione con NoiNonni

MilanoPlatinum Noinonni