LUGANO

XIX Festival di Cultura e Musica Jazz di Chiasso

XIX Festival di Cultura e Musica Jazz di Chiasso – Il Centro Culturale Chiasso e il Cinema Teatro hanno organizzato anche quest’anno una rassegna che vede protagonista il sax, lasciando parlare alcuni tra i migliori protagonisti della scena internazionale: dal linguaggio contemporaneo e attuale di Louis Sclavis, a quello policromo di Francesco Bearzatti, per poi affidare le ance a leggende del jazz come Benny Golson, Gary Bartz e Chris Potter.
Giovedì 10 marzo alle ore 20.45 il primo artista a calcare il palcoscenico sarà Francesco Bearzatti Tinissima 4ET, una fra le maggiori figure del jazz italiano emerse negli anni 2000. Seguirà poi alle ore 22.15 Benny Golson Quarter feat. Antonio Faraò, noto come leggenda del jazz sassofonista di fama mondiale, è altresì autore di brani storici considerati ormai standard a tutti gli effetti.
Proseguirà poi venerdì 11 quando si esibirà Louis Sclavis Silk & Salt Quartet, un musicista dalla non comune tecnica strumentale e dallo spiccato senso progettuale. Durante la stessa serata si esibirà anche Chris Potter Quarter, un sassofonista tenore, contralto e soprano nato nella patria del jazz: Chicago.
Sabato 12 salirà sul palco Gary Bartz Quartet, nato a Baltimora nel 1940 è cresciuto artisticamente a New York, attraversando da protagonista assoluto tutte le stagioni creative che si sono succedute senza posa, dagli anni Sessanta ad oggi, nella brulicante scena jazzistica della Grande Mela.
Sarà dunque la volta di Ray Anderson & Smum Lugano Big Band, originalità a briglia sciolta, maestria e brillante sense of humour sono le caratteristiche che da sempre contraddistinguono gli infuocati set di Ray Anderson, trombonista nato a Chicago nel 1952.
Durante il Festival ci sarà l’occasione di ascoltare i vinili di DJ Souljazz che prima dei concerti, nelle pause e fino a chiusura renderà il Festival Jazz ancora più speciale.


GALLERY XIX Festival di Cultura e Musica Jazz di Chiasso