EVENTI

Wheatfield: ti ricordi di un campo di grano?

Wheatfield: ti ricordi di un campo di grano? – Non si tratta della rievocazione di un successo di Lucio Battisti bensì della celebrazione di un’opera d’arte di ampio respiro che per la prima volta ha visto la luce nel 1982 a New York, capace di rompere gli schemi della tradizione trasferendo il processo creativo da un oggetto alloggiato in uno spazio ben definito a un palcoscenico di ampio respiro, ampio e plastico. Un’opera d’arte ambientale dalla travolgente carica simbolica che pone l’accento sulla forza primordiale di Madre Natura e sulla potenza generatrice dell’universo femminile. Scaturita dal fervore creativo di Agnes Denes, Wheatfield mette radici a Milano, nell’area di Porta Nuova, dando al capoluogo lombardo una nuova declinazione e riconfigurandone l’intero profilo urbanistico. Sì perché quando mai si ha memoria di una distesa di circa 5 ettari (circa 50mila metri quadrati) coltivati a grano, a Milano? Un progetto ambizioso per cui verranno impiegati 1250 kg di sementi e 15500 kg di terra. Proprio così da marzo a ottobre 2015 riempirà lo skyline di Milano, aprendo i battenti per il futuro e tanto atteso parco dedicato al pubblico la “Biblioteca degli Alberi” e dando vita e anima al progetto “MiColtivo. The Green Circle” promosso dalla Fondazione Riccardo Catella e dalla Fondazione Nicola trussardi.

Una cassa di risonanza per lo spirito sociale e naturalista di Expo 2015, un luogo di richiamo per centinaia e centinaia di persone che entreranno in intimo contatto con la tradizione agricola e i suoi processi produttivi, alla riscoperta di una delle straordinarie eccellenze del Made in Italy. Una forma di Land Art che coinvolgerà adulti e bambini, alla scoperta del senso più profondo del cibo, inteso come fonte di vita e di energia, da condividere e preservare insieme ai frutti più preziosi del nostro straordinario pianeta Terra. A indirizzare i contenuti tecnici e gli elementi più tecnici (dalla semina al raccolto e alla trebbiatura) troveremo Confagricoltura e i suoi valenti soci. Tutto all’insegna di una forma d’arte produttiva, per oltrepassare il pensiero sterile e fine a se stesso.

Per informazioni

Ufficio Stampa Fondazione Riccardo Catella
SEC Relazioni Pubbliche – Tel. 026249991

Ufficio Stampa Fondazione Nicola Trussardi
Tel. 028068821
press@fondazionenicolatrussardi.com


Video Wheatfield: ti ricordi di un campo di grano?

L’intervista ad Agnes Denes.