FOOD & WINE

Valentino Vintage, nel cuore di Milano il ristorante che “omaggia” Rodolfo Valentino

Corso Monforte 16, pieno centro storico. Un indirizzo che aveva già una storia, ma che ora si apre a una storia nuova, che ne contiene altre.

Si chiama Valentino Vintage il ristorante a pochi passi dal Duomo che si apre tra mura di un palazzo del seicento, in uno spazio elegante incorniciato da bianche colonne doriche.

L’effetto, per chi entra qui per la prima volta, è quello “wow” di un luogo che rivela una bellezza inaspettata. Nel suo nome c’è l’omaggio a Rodolfo Valentino, ma anche un ricordo della sua storia recente. Qui, infatti, nei primi anni 2000 sorgeva proprio un ristorante dal nome Valentino.

“Vintage” è quel tocco in più che identifica la scenografia che è stata sapientemente ricostruita tra queste mura, tra architettura neoclassica e dettagli in stile belle époque. Luci soffuse, arredi accoglienti e raffinati che hanno il sapore di casa, stampe alle pareti, tovaglie bianche e poltrone in velluto.

Sedersi a tavola è come accomodarsi in un salotto raffinato, e lasciarsi coccolare e sorprendere dalla cucina dello chef Emanuele Menna.

Ci sono, a menu, i sapori della tradizione toscana, con un occhio di riguardo alla Toscana, in una rivisitazione gourmet che non smette di essere accogliente e confortevole. 

In carta, quindi, piatti come la Tartare di Chianina con funghi pioppini, fonduta di pecorino toscano e tartufo nero o le Tagliatelle home made al caffè Nannini con ragù bianco di cinghiale e cacao o ancora il Piccione al cioccolato fondente, ciliegie e jus di vitello.
Tra i dolci, una selezione di pecorini toscani con confetture e una cheescake ricomposta con i cantucci Nannini e dressing al lampone.

Immancabile omaggio alla città meneghina nel menù da parte dello chef Emanuele Menna e del Valentino, la “Costoletta alla milanese con maionese allo zafferanno e bietole saltate”

Anche la carta dei vini, affidata alla cura del sommelier e maître Raffaello Rizzi, è in gran parte costituita da bottiglie di provenienza toscana, tra cui spiccano quelli delle cantine Antinori e Piccini, ma vi si possono trovare anche pregiati champagne Francesi, vini nazionali di varia provenienza e prestigiose vecchie annate.