Senza categoria

Un “disastro” di commedia al Teatro Leonardo

Un “disastro” di commedia al Teatro Leonardo – Scritto da Henry Lewis, Jonathan Sayer e Henry Shields, “Che disastro di commedia” è un irresistibile racconto ricco di comicità e colpi di scena, che da oggi e fino al 27 gennaio andrà in scena al Teatro Leonardo. Il racconto prende forma tra una scenografia che implode a poco a poco su sé stessa e attori strampalati che, goffamente, tentano di parare i colpi degli svariati tragicomici inconvenienti che si intromettono tra loro ed il copione con estro e inventiva, tanto da non lasciare spazio a nient’altro che a incontenibili risate e divertimento travolgente. Tra paradossi e colpi di scena gli attori non si ricordano le battute, le porte non si aprono, le scene crollano, gli oggetti scompaiono e ricompaiono altrove. Tutto è studiato nei minimi particolari con smaliziato umorismo senza mai risultare artefatto o stucchevole. Il ritmo incessante dello spettacolo, se da un lato coinvolge il pubblico in un vortice impetuoso di ilarità, dall’altro palesa la grandissima fatica fisica che i protagonisti mettono in gioco per rappresentare i disastri che si accumulano in un crescendo senza controllo. Applausi a scena aperta per i protagonisti, un cast di istrionici professionisti con dei tempi comici senza eguali, che sono riusciti, tra recitazione e tecnica, a fare di questa commedia un piccolo grande miracolo.

 


LOCANDINA Che disastro di commedia

  • di Henry Lewis, Jonathan Sayer e Henry Shields
  • regia Mark Bell
  • con Alessandro Marverti, Yaser Mohamed, Marco Zordan, Luca Basile, Viviana Colais, Stefania Autuori, Valerio Di Benedetto e la partecipazione di Gabriele Pignotta
  • progetto artistico Gianluca Ramazzotti
  • traduzione Enrico Luttmann
  • scene Nigel Hook riprese da Giulia De Mari
  • costumi Roberto Surace ripresi da Francesca Brunori
  • musiche Rob Falconer
  • disegno Luci Marco Palmieri
  • direttore di palcoscenico Roberto Rini
  • capo macchinista Dario Capobianco
  • assistente scene Cristina Gasparrini
  • fonico Francesco Severa
  • datore luci Davide Adriani
  • addetta ai costumi Marina Sarubbo 
  • scenotecnica Amodio Srl – dari Automazioni – Sartoria “Il Costume”
  • service audio Luci Idea Musica 
  • service trasporti Trans Movie Srl
  • amministratore di compagnia Stefano De Stefani
  • produzione AB Management