ARTECULTURA

Tiepolo, genio del secolo

Tiepolo, genio del secolo – Dal 7 al 28 ottobre, lo storico Palazzo Creberg, del Credito Bergamasco, ospita una straordinaria esposizione dedicata a Giambattista Tiepolo e ad altri grandi protagonisti dell’arte del Settecento. Le opere, provenienti dalle sale di Palazzo Chiericati dei Musei Civici di Vicenza, trasformeranno il Palazzo Storico del Credito Bergamasco in una sorta di manuale di storia dell’arte veneta ed europea.
Oltre a dipinti e disegni di Giambattista Tiepolo, i visitatori potranno ammirare capolavori assoluti – solitamente conservati in Palazzo Chiericati a Vicenza – di Giandomenico Tiepolo, Louis Dorigny, Sebastiano e Marco Ricci, Francesco Aviani, Luca Carlevarijs, Giambattista Piazzetta e Giambattista Pittoni. Il percorso espositivo dedicato alle opere vicentine si chiuderà, per scelta dei curatori, con un capolavoro della pittura lombarda del Settecento – il dipinto “Maschere e venditrice” di Giacomo Ceruti facente parte della collezione Credito Bergamasco – che consente un inconsueto sguardo sulla Venezia del tempo.
La Fondazione Credito Bergamasco – a titolo di ringraziamento per il generoso prestito – si è impegnata nella manutenzione generale delle opere di proprietà della Pinacoteca di Vicenza che saranno esposte in mostra nonché nel restauro conservativo di un capolavoro di Giambattista Tiepolo (La Verità Svelata dal Tempo, originariamente collocato sul soffitto di Palazzo Cordellina a Vicenza) e di due opere di Giandomenico Tiepolo (raffiguranti la decollazione di san Giovanni Battista e la fuga di Enea, Anchise e Ascanio da Troia in fiamme). In questo importante intervento, la Fondazione è stata affiancata dal generoso e determinante sostegno di Immobiliare Percassi.
L’attività di restauro delle opere vicentine è stata condotta – sotto la direzione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza – da valenti professionisti che hanno portato a termine quanto impostato da Eugenia De Beni, recentemente scomparsa. La mostra, il catalogo e tutte le iniziative collaterali in programma sono pertanto dedicati a lei, in ricordo dei suoi tratti umani, delle sue qualità professionali e della storica collaborazione con la Fondazione Creberg.
L’esposizione di capolavori di Tiepolo e di suoi contemporanei costituisce un’eccezionale opportunità per Bergamo, non solo per l’assoluto livello delle opere in mostra, solitamente conservate in Palazzo Chiericati a Vicenza; essa consente altresì ai bergamaschi di scoprire la quasi sconosciuta (ma incisiva) presenza di Tiepolo sul territorio bergamasco, in un percorso parallelo alla mostra che da Piazza Vecchia – con i sublimi affreschi della Cappella Colleoni e la tela del Duomo di Bergamo – giunge fino in Accademia Carrara, dove sono conservati bozzetti tiepoleschi, e alla chiesa parrocchiale di Rovetta, la cui pala d’altare – opera di Giambattista Tiepolo – è stata restaurata anni fa con il contributo della Fondazione Credito Bergamasco.
A corollario dell’esposizione dedicata a Tiepolo e al Settecento, la Fondazione Credito Bergamasco organizza, per tutto il mese di ottobre, molteplici iniziative collaterali.
Per giovedì 13 ottobre, alle ore 18.00, presso il Salone principale di Palazzo Creberg, è in programma un concerto con musiche di Antonio Vivaldi, Carlo Cecere, Giuseppe Giuliano e Domenico Scarlatti. Ad esibirsi saranno talentuosi musicisti: Camilla Finardi al mandolino, Rossella Borsoni e Daniele Richiedei al violino, Michele Tagliaferri al violoncello e Claudio Mandonico al clavicembalo.
Giovedì 20 ottobre, sempre alle ore 18.00 presso il Salone principale del Palazzo, è in programma una serata di “Suggestioni sul Tiepolo” a cura del professor Giovanni Carlo Federico Villa, che incanterà il pubblico accompagnato dalle note della musicista Camilla Finardi.
La Fondazione Credito Bergamasco offrirà inoltre la possibilità di riscoprire le principali opere realizzate da Tiepolo per la città di Bergamo, organizzando per le mattinate di sabato 15, 22 e 29 ottobre (alle ore 10.00 e alle ore 11.00) visite guidate al Duomo di Bergamo, dove dal 1745 è collocato il Martirio di San Giovanni, Vescovo di Bergamo, e alla Cappella Colleoni per ammirare gli “Episodi della vita di San Giovanni Battista e le Virtù” (1732-1733). Le prenotazioni delle visite sono già chiuse per raggiunto numero di partecipanti.
Per celebrare degnamente la straordinaria mostra allestita a Palazzo, la Fondazione Creberg ha realizzato due cartoline tematiche dedicate, a tiratura limitata, che saranno distribuite gratuitamente ai visitatori a partire dal secondo fine settimana di apertura della mostra. In occasione dell’ultima domenica di apertura, 23 ottobre, sarà possibile ottenere – dalle ore 9.30 alle ore 14.30, presso la reception del Salone principale di Palazzo Creberg – lo speciale annullo filatelico sulle suddette cartoline, con il timbro appositamente creato per l’occasione.

 


GALLERY Tiepolo, Genio del secolo