LEGAL

STEP CHILD ADOPTION

STEP CHILD ADOPTION

MilanoPlatinum Studio Rutigliano-Trasatti

In collaborazione con lo Studio Legale Rutigliano-Trasatti, un nuovo articolo di approfondimento giuridico: questa settimana ci occupiamo della step child adoption.


STEP CHILD ADOPTION

Negli scorsi mesi si è parlato e scritto moltissimo in tema di step child adoption.

Con tale espressione ci si riferisce alla possibilità per un figlio di essere adottato dal partner (sposato o unito civilmente) del proprio genitore.

Mentre sono ancora accese le discussioni su tema, i Tribunali cominciano a confrontarsi con le recentissime normative in tema di unioni civili.

Anche se l’originario disegno di legge è stato stralciato dal decreto sulle unioni civili recentemente approvato, i giudici di Roma dicono sì all’adozione di un bambino da parte di due padri, avuto grazie alla maternità surrogata in Canada. A firmare la sentenza è stata la ex presidente del Tribunale per i minori di Roma, Melita Cavallo, e ora il provvedimento può essere divulgato, dal momento che la sentenza è divenuta inappellabile e dunque esecutiva. Il collegio ha accolto la richiesta avanzata dal compagno del padre biologico del bambino (avuto con la pratica dell’utero in affitto), ai sensi dell’art. 44 della legge n. 184/1983 che disciplina i casi di adozione particolari, ritenendo che la stessa rispondesse all’interesse del minore, considerato che la coppia sta insieme stabilmente da oltre 12 anni e l’ambiente familiare è sereno e idoneo al suo sviluppo psicofisico.

La decisione si muove in linea con altri due recenti provvedimenti del tribunale di Roma (che ha riconosciuto l’adozione a una coppia di donne nell’interesse del minore), che però risultano attualmente entrambi appellati. È evidente che l’argomento sarà destinato a far discutere ancora molto a lungo.


INFORMAZIONI UTILI


In collaborazione con Studio Legale Rutigliano-Trasatti

MilanoPlatinum Studio Rutigliano-Trasatti