EVENTISOCIALE

Settimana della disabilità: l’autismo entra nel carcere di San Vittore

Settimana della disabilità: l’autismo entra nel carcere di San Vittore – Impossibilità di comunicare, diversità, emarginazione. Un carico sociale ed emotivo che spesso pesa sulle spalle dei disabili, e più in generale di quanti vivono socialmente “ai margini”.

In occasiono della settimana della disabilità che comincia oggi 27 novembre e continua fino al 1° dicembre, l’associazione L’Ortica porta l’autismo nel carcere di San Vittore con il progetto “Ascolta i miei passi”.

Dopo gli appuntamenti che si sono susseguiti negli ultimi mesi a Milano e dintorni, nei parchi e nelle piazze, il progetto “Ascolta i miei passi” entra nel carcere, grazie alla collaborazione con la direzione, con cinque appuntamenti con i detenuti, che verranno invitati a partecipare attivamente al progetto.

“Prima di giudicare una persona cammina per almeno una settimana con le sue scarpe”.

Ai piedi, le scarpe simboliche di bambini che hanno appena ricevuto la diagnosi, scarpe da ginnastica dell’adolescente che cammina cento mille volte avanti e indietro per scaricare l’ansia, oppure gigantesche scarpe di un uomo che vorrebbe diventare protagonista della sua vita ma non ce la fa perché è vittima del pregiudizio.

Alle orecchie, le cuffie per ascoltare le storie di chi vive l’autismo, di persone per scoprire come la loro vita è cambiata dopo la diagnosi, qual è stato il loro percorso, quali sono i loro sogni e le loro speranze.

Con le loro storie nelle orecchie e le loro scarpe ai piedi, i detenuti potranno entrare in contatto con una realtà, quella dell’autismo, conosciuta poco e da pochi. Un’occasione che vuole creare vicinanza e dialogo tra le persone con autismo e le persone detenute.

settimana della disabilità
PH. SHTTEFAN