EVENTI

Readings from the Vercelli Book: letture in antico anglosassone

Readings from the Vercelli Book: letture in antico anglosassone – Il Vercelli Book torna nella sua dimora originaria: per una sera, infatti, sarà ospite d’eccezione nella Cattedrale di S. Eusebio di Vercelli, in occasione dell’evento organizzato dalla Fondazione Museo del Tesoro Duomo e Archivio Capitolare di Vercelli, in programma per mercoledì 6 aprile alle ore 18.
Letture al cospetto del grande crocifisso romanico che domina la navata centrale, in un’atmosfera magica e con quattro voci che si alterneranno per leggere il famoso manoscritto in antico anglosassone della fine del X secolo: il Vercelli Book.
Winfried Rudolf, Susan Irvine, Richard North e Dirk Schultze saranno coloro che avranno il compito di portare ogni singola persona presente, indietro nel tempo, navigando storie e facendosi cullare dai dolci accenti dell’antico anglosassone. I lettori sono tra i maggiori studiosi dell’antica lingua inglese, nonché docenti presso lo University College di Londra e l’Università di Gottinga. La loro presenza a Vercelli si lega all’annuale workshop organizzato in Biblioteca Capitolare, dove ogni primavera si danno appuntamento un gruppo di studenti stranieri che studiano i manoscritti medievali. Lo stesso Vercelli Book è stato più volte oggetto di studio e, anche grazie al lavoro di questi ricercatori, oggi si conoscono molti più particolari relativi alla sua misteriosa storia.
Questo affascinante libro, infatti, non viene rinchiuso e custodito gelosamente all’interno del Caveau della Biblioteca Capitolare, bensì viene analizzato, per cercare di approfondire e sollevare il velo misterioso dal quale è avvolto. Il manoscritto in pergamena è stato redatto in uno Scriptorium del Kent, in Inghilterra, verso la fine del X secolo ed è scritto interamente in anglosassone antico. All’interno sono contenute ben 23 omelie in prosa, concernenti importanti solennità della Chiesa, e 6 componenti poetici. Va sottolineato che 5 dei testi presenti sono attestate unicamente nel Vercelli Book, costituendo quindi un documento preziosissimo per la storia della religione cristiana nelle isole inglesi e per la trasmissione dei testi in epoca medievale. Ancora non è però stato chiarito il motivo per cui sia giunto a Vercelli; si ipotizza una donazione di un viaggiatore di alto rango che percorreva la Via Francigena, come un vescovo o un cardinale, in viaggio da Canterbury a Roma a cavallo dell’anno Mille, che durante la sua permanenza a Vercelli ha lasciato il libro all’allora vescovo Leone. Grazie però ai numerosi casi di studio si è venuti a conoscenza di molti misteri che altrimenti sarebbero rimasti irrisolti, come i due componenti poetici “I Fati degli Apostoli” ed “Elena”, in cui vengono utilizzati 8 caratteri runici, che trasformati nell’alfabeto romano corrispondono al nome Cynewulf, considerato una delle figure di maggior rilievo nella poesia cristiana in antico inglese, vissuto probabilmente nel IX secolo.
Anche le nuove tecnologie digitali sono state utilizzate per indagare i misteri del Vercelli Book, che è stato completamente digitalizzato e sottoposto a indagini multispettrali svolte dal team del Lazarus Project dell’Università del Mississippi nel 2013, per riportare alla luce le scritte cancellate da danni chimici causati nell’800 durante la sua prima trascrizione, dopo la riscoperta del manoscritto fatta dal giurista tedesco Friedrich Blume. Contemporaneamente è stato sottoposto ad analisi chimiche non invasive, svolte sia dai ricercatori del Centro interdisciplinare per lo studio e la conservazione dei Beni Culturali dell’Università del Piemonte Orientale, sia da ricercatori del Federal Institute for Materials Research and Testing di Berlino.
Le visite però non rimangono solamente prerogativa degli studiosi, poiché le porte sono ampiamente aperte anche a visitatori e gruppi che verranno accompagnati all’interno di un viaggio a sfondo medievale dal personale scientifico della Fondazione, alla scoperta dei tesori che insieme al Vercelli Book popolano le stanze segrete della Biblioteca Capitolare vercellese.


GALLERY Readings from the Vercelli Book: letture in antico anglosassone


INFO Readings from the Vercelli Book: letture in antico anglosassone

Fondazione Museo del Tesoro Duomo e Archivio Capitolare
piazza Alessandro D’Angennes 5, 13100 Vercelli
www.tesorodelduomovc.it
info@tesorodelduomovc.it