EVENTI

Quattro capolavori tra natura e musica per l’inizio della stagione sinfonica 2018-19 de laVerdi

Quattro capolavori tra natura e musica per l’inizio della stagione sinfonica 2018-19 de laVerdi – Dopo il concerto inaugurale di ieri sera, l’inaugurazione della nuova stagione sinfonica dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi dà appuntamento a questa sera (ore 20.00) in Auditorium, e a domenica 23 settembre (alle ore 16.00).
L’imperdibile primo appuntamento della stagione sinfonica 2018-19 de laVerdi è affidato alla bacchetta di Jader Bignamini, Direttore Residente dell’orchestra e reduce da un’applaudita “Traviata” con l’Opera di Roma a Tokyo. Ospite per la prima volta sul palco dell’Auditorium è il talento internazionale del giovane violoncellista austro-persiano Kian Soltani.
Centrato sul rapporto tra musica e natura, il programma accosta il calore mediterraneo di Respighi e Finzi alle romantiche foreste di Weber e Schumann: sguardi diversi, spesso distanti nel tempo e lontani nello spazio, che indagano e scompongono la natura per ricreare in essa il loro mondo.
Così, accanto alla più celebre “I pini di Roma“ di Ottorino Respighi, ecco un’altra composizione dedicata a Roma, “Nunquam”, sinfonia romana del milanese Aldo Finzi, compositore italiano del Novecento, la cui carriera fu stroncata dalle leggi razziali.
Dalla Germania arrivano invece l’Ouverture da Il Franco Cacciatore di Carl Maria von Weber ambientato in una romantica foresta, e il travolgente romanticismo del “Concerto per violoncello e orchestra” di Robert Schumann affidato alla maestria tecnica e alla profondità di espressione di Kian Soltani.