PITTI IMMAGINE

Quando i dettagli fanno la differenza: Carlo Pignatelli

Quando i dettagli fanno la differenza: Carlo Pignatelli – Presentata la collezione F/W 16-17 di Carlo Pignatelli Cerimonia Junior, durante Pitti Bimbo 82. Il messaggio che si nasconde tra gli abiti è il vero made in Italy, lo stilista ha voluto puntare sui migliori tessuti italiani, creando armonie di colori, disegni e fibre, attraverso raffinati processi produttivi.
Il brand, diventato ormai sinonimo di eleganza, ha voluto quest’anno dare un tocco tradizionale, puntando allo stesso modo all’innovazione, come per la collezione “Il Piccolo Dandy” che racconta di abbinamenti preziosi, ben studiati ma mai scontati.
La versione Junior Carlo Pignatelli è sinonimo di classe, gusto e portabilità: pied de poule, gessature, principe di Galles, ostruzioni in velluto, lane mohair, tessuti morbidi, modellature pulite. Dominano in particolare i capospalla, puntando ad un’immagine casual chic perfetta per la stagione. Ampia importanza anche ai dettagli, camicie con sfiziose micro fantasie, dai simpatici Scottie dog stampati sulle stesse, ai piccoli ricami patchwork, passando per raffinate roselline rosse in rococò che arricchiscono i capi culla.
Non poteva mancare la Principessina Pignatelli, nata da una piccola sposa che con estrema eleganza e dolcezza, si presenta come se fosse un cuore di cotone e candida come il colore del latte, in mischie di tulli, ricami, macramè e pizzi.
Ampia presenza anche di decori hand-made applicati sui capi, come le collane di pietra asimmetriche intarsiate nel tessuto, le pettorine ricamate con perle e cristalli swaroski e le balze sovrapposte a ridefinire i volumi.
Must have di stagione: il papillon ricamato in diverse declinazioni di colori. Un tocco glamour, traite d’union tra l’eclettico e l’indimenticabile passato