LEGAL

Mutuo e assegno di mantenimento

Mutuo e assegno di mantenimento –

MilanoPlatinum Studio Rutigliano-Trasatti

In collaborazione con lo Studio Legale Rutigliano-Trasatti, un nuovo articolo di approfondimento giuridico: questa settimana ci occupiamo dell’obbligatorietà del pagamento del mutuo al posto dell’assegno di mantenimento.


Mutuo e assegno di mantenimento

Il mancato pagamento dell’assegno di mantenimento per i figli minori, in Italia, è un reato previsto e punito dal codice penale con l’art. 570.

Spesso il coniuge che deve abbandonare la casa coniugale (quasi sempre il marito) si trova obbligato a pagare la propria quota di mutuo, importo al quale si aggiunge quello dovuto per il mantenimento dei figli. La situazione è di frequente insostenibile in quanto il reddito del soggetto obbligato non gli consente di sostenere entrambe le spese.

Una recentissima sentenza della Corte di Cassazione (la numero 10944 del 15/03/2016) ha affrontato la questione riguardante le conseguenze penali in caso di mancato versamento, da parte del genitore obbligato, del contributo al mantenimento dei figli minori. In particolare la questione riguardava un padre che non riusciva a pagare gli alimenti in quanto l’addebito diretto della rata di mutuo non gli lasciava provvista sufficiente. La Cassazione ha chiarito che l’obbligo di versare l’assegno di mantenimento è inderogabile e indisponibile e non può essere sostituito con prestazioni di altra natura.

In ultima istanza è fondamentale essere molto lungimiranti quando si assumono obblighi inerenti un mutuo, soprattutto se si hanno figli minori.


INFORMAZIONI UTILI


In collaborazione con Studio Legale Rutigliano-Trasatti

MilanoPlatinum Studio Rutigliano-Trasatti