EVENTI

MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE AL TEATRO ELFO-PUCCINI

MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE AL TEATRO ELFO-PUCCINI – Tra i cavalli di razza che il Teatro Elfo Puccini può annoverare nella sua scuderia di palinsesto teatrale riscopriamo un capolavoro firmato dal genio di Arthur Miller e rivisitato dall’estro di Elio De Capitani. Si tratta di un atteso ritorno dopo la prima nazionale del 10 gennaio 2014 a cui hanno fatto seguito una serie di spettacoli, tra il 2014 e il 2015, applaudittissimi dal pubblico e dalla critica conquistati dalla innovativa e appassionata versione offerta da De Capitani, dalla scenografia mutante di Carlo Sala oltre che dal cast tanto abile dal coinvolgere lo spettatore in una dimensione emotiva senza tempo. Sì perché è difficile non riconoscere un po’ di se stessi nella figura del protagonista, Willy Loman, un commesso viaggiatore pronto a tutto pur di vendere, raggiungere il potere e il successo, arrivando a svendere una identità irrisolta e spendendo un’intera vita dietro sogni e illusioni con cui avvelena anche l’esistenza di moglie e figli.
Una storia corale che dagli anni ’50 (l’opera è andata in scena per la prima volta nel 1949) si ricristallizza con straordinaria forza e attualità in queste nostre prime decadi del ventunesimo secolo, in una continua commistione tra realtà e sogno, spronando a riflettere su noi stessi e sulla società contemporanea.
La mano di Carlo Sala contribuisce in modo decisivo alla innovativa prospettiva di rilettura, ridisegnando il palcoscenico con una parete obliqua da cui spiccano solo pochi ed essenziali elementi funzionali, più che all’arredo materiale, all’architettura mentale di un uomo ormai incapace di distinguere tra passato, presente e futuro, oltre che tra verità e fantasia.
Al fianco di Elio De Capitani, impegnato anche in qualità di protagonista, ritroviamo nel ruolo della moglie, Linda Loman, un’artista del calibro di Cristina Crippa, che ha letteralmente segnato la storia del Teatro Elfo Puccini, ma anche giovanissime rivelazioni quali Angelo Di Genio e Marco Bonadei (nelle vesti dei figli Biff e Happy), Vincenzo Zampa, Alice Redini, Marta Pizzigallo e Matthieu Pastori. Senza dimenticare lo zio Ben, alias il poliedrico Gabriele Calindri (attore, regista, doppiatore) e Federico Vanni, molto apprezzato nella recente versione de “La Bisbetica Domata” diretta da Andrei Konchalovsky e qui impegnato a interpretare Charlie, l’amico-antagonista di Willy.


INFORMAZIONI – MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE AL TEATRO ELFO-PUCCINI

Dal 13 al 31 Ottobre 2015
Presso la Sala Shakespeare del Teatro Elfo Puccini (Corso Buenos Aires 33, Milano)
Mar-sab ore 20.30; dom ore 16.00
Intero 30.50 € – Ridotto giovani/anziani 16 € – Martedì 20 €
Info e prenotazioni: tel. 0200660606
www.elfo.org


VIDEO – MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE AL TEATRO ELFO-PUCCINI

Guarda il video relativo allo spettacolo Morte di un commesso viaggiatore.