EVENTI

L’Elektra di Richard Strauss al Teatro alla Scala

L’Elektra di Richard Strauss al Teatro alla Scala – Dal 4 al 29 novembre torna al Teatro alla Scala “Elektra”, opera di Richard Strauss diretta dal Maestro Christoph von Dohnányi, che sarà proposta nell’allestimento curato dal grande regista Patrice Chéreau, scomparso cinque anni fa. 
L’allestimento, nato nel 2013 in coproduzione tra il Festival di Aix-en-Provence e il Teatro alla Scala, viene ripreso in occasione del quinto anniversario della scomparsa del grande regista. Nel costruire la scena della tragedia Chéreau si era avvalso dell’intuizione e del gusto del suo collaboratore abituale Richard Peduzzi, capace come pochi altri scenografi di lavorare sulla concezione di spazi e volumi piuttosto che sul decoro dei fondali.
Nella parte di Elektra vi sarà Ricarda Merbeth, già splendida Marie in “Wozzeck” e quindi Leonore in “Fidelio” alla Scala. Al suo fianco, come Klytämnestra, torna Waltraud Meier, una leggenda del teatro degli ultimi decenni che con il Teatro alla Scala ha un legame fortissimo: ha infatti cantato in 6 inaugurazioni di stagione, un’assiduità senza paragoni negli ultimi decenni iniziata con Kundry nel “Parsifal” diretto da Muti il 7 dicembre 1991 e proseguita nel 1994/1995 con “Die Walküre”, nel 1998/1999 con “Götterdämmerung” e nel 1999/2000 con “Fidelio”, tutte dirette da Muti; sono seguite la Stagione 2007/2008 con “Tristan und Isolde” (spettacolo di Chéreau) e la 2010/2011 con “Die Walküre” dirette da Daniel Barenboim. Ritorna anche come Orest Michael Volle, che alla Scala ha debuttato come Sprecher nella “Zauberflöte” diretta da Muti nel 1998 per tornare tra l’altro nel “Rheingold” di nuovo con Muti nel 2013 e come Wozzeck diretto da Metzmacher nel 2015. Nel 2017 è stato acclamatissimo Sachs nei “Meistersinger” diretti da Daniele Gatti. Il 26 Volle sarà protagonista di un concerto di canto in cui interpreterà il ciclo brahmsiano “Die schöne Magelone” con Andrea Jonasson voce recitante e Helmut Deutsch al pianoforte. Nella parte di Aegysth sarà in scena Roberto Saccà, la cui importante carriera internazionale sta per avere un momento di svolta importante con il primo Otello di Verdi all’Opera di Francoforte. Chrysotemis avrà la voce di Sabine Hangler.

 


LOCANDINA ELEKTRA

  • libretto Hugo von Hofmannsthal
  • musica Richard Strauss
  • produzione Teatro alla Scala
  • in coproduzione con Festival di Aix en Provence, Metropolitan Opera di New York, Finnish National Opera di Helsinki, Staatsoper Unter den Linden di Berlino, Gran Teatre del Liceu di Barcellona
  • direttore Christoph von Dohnányi
  • regia Patrice Chéreau
  • ripresa da Peter Mc Clintock
  • scene Richard Peduzzi
  • costumi Caroline de Vivaise
  • luci Dominique Bruguière
  • riprese da Marco Filibeck

 

     Personaggi e interpreti principali

  • Klytämnestra Waltraud Meier
  • Elektra Ricarda Merbeth
  • Chrysothemis Regine Hangler
  • Aegisth Roberto Saccà
  • Orest Michael Volle

 

  • Coro e Orchestra del Teatro alla Scala
  • Maestro del Coro Alberto Malazzi