LEGAL

LE UNIONI CIVILI

LE UNIONI CIVILI

MilanoPlatinum Studio Rutigliano-Trasatti

In collaborazione con lo Studio Legale Rutigliano-Trasatti, un nuovo articolo di approfondimento giuridico: questa settimana ci occupiamo di unioni civili.


LE UNIONI CIVILI

Di grande interesse e soprattutto di assoluta attualità sono le questioni attinenti le tanto discusse unioni civili.

Di che cosa si tratta? Le unioni civili sono quelle forme di convivenza fra due persone, di sesso diverso o dello stesso sesso, legate da vincoli affettivi, ma tra le quali non è intervenuto il matrimonio.

Il primo paese nella Comunità Europea a regolarizzare le unioni civili è stata la Danimarca nel 1989. In Italia la Corte Costituzionale, con la sentenza 138 del 2010, giunse a statuire come, sulla base del vigente assetto normativo, sussistesse un divieto di matrimonio per le coppie omosessuali. Tuttavia, prosegue la Corte Costituzionale, non sussistono elementi che rendono necessaria l’assoluta equiparazione del matrimonio alle unioni civili.

Grazie alla spinta della Corte Europea la questione “unioni civili” ha assunto sempre maggiore rilevanza ed ha avuto una sostanziale accelerazione l’esame del decreto delegato (noto come decreto Cirinnà, dal nome della Senatrice firmataria del decreto medesimo), che riconosce le unioni fra persone dello stesso sesso.

Quali diritti si intenderebbe riconoscere alle coppie? Molti sono mutuati dalle normative in tema di matrimonio: la possibilità di adire il giudice in caso di disaccordo sulle questioni fondamentali riguardanti la nuova “famiglia”; gli obblighi nei confronti della prole; la tutela dalle condotte rientranti fra i cosiddetti “abusi familiari”; applicazione delle norme riguardanti i legittimari (quei soggetti cioè che non possono essere esclusi dalla successione a causa di morte) in ambito successorio.

Di particolare interesse la questione attinente all’adozione: il decreto prevede esclusivamente la cosiddetta stepchild adoption, ossia l’adozione del figlio di uno dei membri della coppia.

Di fatto l’opinione pubblica è stata propensa a pensare che si discuta solo dei diritti degli omosessuali, ma in realtà il disegno di legge si compone di tre differenti capitoli: le unioni civili (solo per le coppie dello stesso sesso); i contratti di convivenza (etero e omo) e la convivenza tout court (etero e omo). La legge dunque avrà effetti e ricadute sulla vita di tutti, a prescindere dall’orientamento sessuale.


INFORMAZIONI UTILI


In collaborazione con Studio Legale Rutigliano-Trasatti

MilanoPlatinum Studio Rutigliano-Trasatti