CULTURA

LE MARIONETTE DI CARLO COLLA & FIGLI

LE MARIONETTE DI CARLO COLLA & FIGLI

MilanoPlatinum Noinonni

Con questo primo articolo MilanoPlatinum.com inaugura una nuova collaborazione con l’autrice Annalisa Pomilio, la creatrice del blog di successo NoiNonni e della corrispondente pagina Facebook.
Inizia con questo articolo un nuovo appuntamento fisso su MilanoPlatinum.com con gli articoli di interesse, curiosità e utilità di Annalisa Pomilio.
Redazione Milano Platinum


LE MARIONETTE DI CARLO COLLA & FIGLI

Le marionette, roba da bambini? Neanche per sogno! Soprattutto se poi parliamo delle marionette di Carlo Colla & Figli, una compagnia che ha fatto la storia del teatro di figura a Milano e non solo, e che ha alle spalle quasi tre secoli di attività con spettacoli che sono dei veri classici del genere e che sono stati portati in tournée nei teatri di tutto il mondo.
Spettacoli come Il gatto con gli stivali, in programma nel periodo natalizio al Piccolo Teatro di Milano, La tempesta, che mette in scena un testo di Eduardo de Filippo scritto apposta per le marionette Colla e rappresentato a Napoli in primavera, o la Turadot, messa in scena in concomitanza con l’inaugurazione dell’Expo. Un repertorio classico che comprende fiabe, drammi e opere, con spettacoli dagli allestimenti sontuosi che uniscono musica, il ballo, la recitazione, e che sono interpretati da marionette che sembrano vive.
Quindi anche se non siete più bambini (e se non avete la scusa di dover accompagnare i bambini), non negatevi il piacere di andare a vedere uno spettacolo della compagnia: il programma è vario e con un calendario piuttosto fitto! E se poi avete i bambini con voi, la sorpresa e la magia sarà doppia!
Ma, soprattutto, cercate di approfittare delle visite all’atelier, che vengono organizzate di tanto in tanto. E qui vi attende una vera magia!
È qui che nascono le marionette portate in scena. E basta entrare in questo laboratorio per sentirsi subito catapultati in un mondo fantastico: marionette appese ovunque, ben ordinate e vestite, e poi costumi, accessori… E gli artigiani al lavoro. Sì, perché le marionette prendono vita grazie a un paziente lavoro artigianale, curato fin nei minimi dettagli: una delle grandi eccellenze di cui siamo capaci noi italiani, anche se conosciuta da pochi.
La prima tappa della visita è la stanza dove nascono le teste, intagliate a mano in legno di tiglio e caratterizzate nelle espressioni e nella fisionomia seguendo i bozzetti preparati da Eugenio Monti Colla, l’ultimo erede di questa gloriosa “dinastia” di marionettisti.
I corpi invece sono in legno di abete e sono modellati in maniera meno accurata, visto che devono essere vestiti. È questo il compito delle sarte, che realizzano gli abiti con grande attenzione a ogni dettaglio, sempre sulla base di bozzetti disegnati, e parrucche realizzare appuntando capelli veri su una calotta di cotone. Io le ho viste lavorare al Re dei topi per lo Lo schiaccianoci, uno spettacolo in cui sono in scena, accanto alle marionette, ballerini in carne ed ossa. E gli abiti prevedono perfino la biancheria intima, comprese scarpe e calze fatte a mano: anzi, lavorate a maglia, ai ferri!
Le marionette però non sono tutte uguali: ci sono quelle maschili, alte 80 centimetri, e quelle femminili, leggermente più basse; ci sono quelle che indossano parrucche e quelle che hanno i capelli modellati nel legno; ci sono quelle con le bocche fisse e quelle con le bocche mobili, mosse anch’esse da fili per dare l’illusione che parlino.
Tutte però sono veri “attori” e come tali vengono curate: spogliate alla fine di ogni allestimento e rivestite di tutto punto prima che uno spettacolo vada in scena. Ed eccole, nell’ultima stanza dell’atelier, tutte in fila, appese a lunghe guide e pronte a interpretare il loro ruolo.
Naturalmente l’atelier ha anche un grande archivio, un patrimonio di circa 9000 costumi, fucili, spadoni, armature, elmi, alabarde, lance… Insomma, un mondo che prende vita in scena grazie all’abilità dei marionettisti. Ognuno può manovrare una marionetta, attraverso il “bilancino”, una specie di croce di legno a cui sono collegati i fili, due di acciaio per sostenere il peso, e gli altri di cotone, per i movimenti; ma in alcuni casi occorrono perfino due marionettisti per una sola marionetta!
Le voci invece sono registrate. Il difficile è poi sincronizzarsi sulla registrazione, in modo che tutto funzioni alla perfezione.
E le scene? Le scene sono dipinte su semplice carta da pacchi e archiviate sotto il palcoscenico del teatro sede della compagnia!


INFORMAZIONI UTILI

Atelier Carlo Colla e Figli
Via Montegani 35/1 – 20141 MILANO

www.marionettecolla.org


GALLERY LE MARIONETTE DI CARLO COLLA & FIGLI


VIDEO LE MARIONETTE DI CARLO COLLA & FIGLI

Guarda i video sulle marionette di Carlo Colla & Figli.

1) Sleeping Beauty by Carlo Colla & Sons Marionette Company

2) Marionette Carlo Colla & figli: il laboratorio di produzione


In collaborazione con NoiNonni

MilanoPlatinum Noinonni