ARTECULTURA

La nuova serie della rivista “Critica d’Arte”: la storia continua

La nuova serie della rivista “Critica d’Arte”: la storia continua – Nel 2019 ha preso il via la nona serie di “Critica d’Arte”, una delle riviste di storia dell’arte più longeve d’Italia, creata nel 1935 da Carlo Ludovico Ragghianti con Ranuccio Bianchi Bandinelli. Il passaggio dall’ottava alla nona serie consegue a fatti istituzionali importanti, verificatisi nel corso del 2018: l’esaurirsi dell’attività fiorentina dell’Università Internazionale dell’Arte, già proprietaria della testata, e il trasferimento di gran parte del suo patrimonio culturale e documentario alla Fondazione Ragghianti hanno condotto anche “Critica d’Arte” nel più generale ambito dell’attività e dell’indirizzo culturale dell’istituzione lucchese creata nel 1981 da Carlo Ludovico Ragghianti e da Licia Collobi, e a loro intitolata.
La nuova serie della rivista, pubblicata in coedizione dalle Edizioni Fondazione Ragghianti Studi sull’arte e dall’Editoriale Le Lettere, mantiene il formato della precedente, ma ha introdotto un assetto e un’articolazione in parte differenti, anche con l’adozione di norme redazionali e di referaggio più perentorie. Fedele alla linea indicata da Carlo Ludovico Ragghianti, accoglie contributi di storia dell’arte dalla preistoria fino al contemporaneo, di storia della critica d’arte, architettura, design, museologia, restauro e cinema, in due formati: per la sezione “Saggi” testi lunghi e di ampio respiro; per la sezione “Note” articoli brevi per puntuali precisazioni o messe a fuoco di tipo filologico. La rivista inoltre accoglie, nella sezione “Osservatorio”, interventi su temi di politica e attualità culturale, universitaria, tutela del patrimonio ecc., mentre la sezione “Biblioteca” è dedicata a recensioni di libri e cataloghi.