EVENTI

La Messa da Requiem di Giuseppe Verdi all’Auditorium di Milano

La Messa da Requiem di Giuseppe Verdi all’Auditorium di Milano – Come ogni anno, in occasione delle celebrazioni di Ognissanti torna il tradizionale appuntamento de laVerdi con il capolavoro di Giuseppe Verdi, la “Messa da Requiem”. L’appuntamento è per giovedì 31 ottobre (ore 20.30), venerdì 1 novembre (ore 20.00) e domenica 3 novembre (ore 16.00). A dirigere per la prima volta con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi il massimo capolavoro sacro verdiano, composto nel 1874, sarà il suo direttore musicale, il Maestro Claus Peter Flor. Scritto nel 1873 per la morte di Alessandro Manzoni ed eseguito il 22 maggio 1874 nella chiesa milanese di San Marco, in occasione del primo anniversario della morte dello scrittore, il “Requiem” è una pagina impegnativa, in cui si concretizza l’incontro di Giuseppe Verdi con il sentimento del “Sacro”, e con il difficile rapporto del compositore con la fede cristiana, ma anche la sua ispirazione, a tratti profondamente religiosa. Nel “Requiem” Verdi riesce a sintetizzare la vocalità di tutti i suoi capolavori del passato: tutte le passioni tante volte evocate sulle scene sono riprese e coinvolte in modo così intenso e completo come solo chi aveva esplorato nel profondo l’animo umano poteva fare. A interpretare le impegnative pagine corali, sul palco dell’Auditorium salirà ancora una volta il Coro sinfonico di Milano Giuseppe Verdi, diretto per l’occasione dal Maestro Alfonso Caiani, già direttore del Coro di Voci bianche de la Scala e attuale direttore del Coro del “Theatre du Capitole” di Tolosa. Nelle parti soliste sono stati chiamati alcuni giovani solisti di fama internazionale: gli italiani Matteo Desole (tenore) e Carlo Cigni (basso), la rumena Roxana Constantinescu (mezzosoprano) e la russa Svetlana Kasyan (Soprano).

Il concerto di venerdì 25 ottobre sarà preceduto, alle ore 18.00, da una conferenza introduttiva (che si terrà nel foyer della balconata dell’Auditorium):L’apologia manzoniana di Verdi”. Relatori Mattero Marni e Laura Nicora. Ingresso libero.