NewsPEOPLE

Intervista a Martina Bindi, l’esperta beauty che insegna alle donne l’age positivity

Martina Bindi, toscana, classe 1968 è la creatrice del metodo “Bella senza trucco”, della linea di cosmetici bSoul ed è la porta voce di un approccio positivo all’età che avanza, da vivere senza timori, con consapevolezza e ironia, all’insegna del benessere.

Da cosa nasce il metodo “Bella senza trucco”?

Il metodo “Belle senza trucco” nasce dalla volontà di offrire alle donne un approccio olistico che mixa beauty routine con una sana alimentazione e attività fisica, a dimostrazione di come una donna matura possa essere bella e tonica, in modo naturale, senza necessariamente ricorrere alla medicina estetica. Il classico approccio anti age prevede una lotta costante, come se non riuscissimo ad accettare il tempo che passa. Il problema è che non possiamo fare nulla per fermarlo. I miracoli non esistono, il segreto dell’eterna giovinezza non risiede in nessun trattamento, forse giusto in qualche filtro social. La realtà è che l’ingresso nella fase della menopausa scandisce per la donna una nuova stagione della vita, che non deve essere fredda e buia, ma può diventare, se vissuta con un pizzico di ironia, senza timore e prendendosi cura di sé, una nuova primavera. Ogni cambiamento porta con sé l’occasione di rinascere.

Ha creato bSoul, la sua linea di cosmetici. In cosa si differenzia sul mercato?

Quando iniziai a creare bSoul, insieme a mio marito, decisi di puntare su un approccio del tutto diverso rispetto all’offerta del mercato della cosmesi. Sono sempre stata scettica nei confronti di quei prodotti che promettono di correggere la ruga o eliminare le macchie cutanee; ho sempre creduto, invece, che la strada giusta fosse prendersi cura della pelle a 360 gradi, anche per trattare il singolo inestetismo. È nato così il kit di normalizzazione fisiologica, che aiuta la pelle a rigenerarsi, ritrovando il punto di equilibrio del ph, dell’idratazione, dei grassi e del turn over cellulare, perché, quando la cute è in salute, recupera fino al 66% della sua elasticità. Il successo è andato ben oltre le aspettative. Io stessa soffrivo di melasma, che ho provato a trattare in tutti i modi, sia in ambito estetico che medico, senza successo. Durante i primi test di bSoul ho visto le macchie progressivamente attenuarsi, risolvendo in circa tre anni il problema, in modo duraturo e definitivo.

Dove sono prodotti i cosmetici bSoul?

Mi piace appoggiarmi a piccoli laboratori italiani altamente specializzati per le formulazioni dei prodotti e studio sempre con grande attenzione le ultime ricerche sugli attivi testati, riferendomi solo agli studi condotti su persone e non in provetta, con particolare focus su soggetti di età matura. Una volta trovati gli ingredienti più interessanti li metto in sinergia tra loro. Nessuno dei nostri prodotti ha un solo ingrediente, solitamente si parla di 2 fino a 4 ingredienti alla massima concentrazione. Facciamo fare ai nostri prodotti degli stress test molto rigidi, per essere certi che le formule naturali restino stabili nel tempo, passando indenni alle variazioni di temperatura, banalmente anche durante la spedizione”.  

Anche da un punto di vista del marketing il suo è un approccio particolare. Ce lo spiega?

Non seguo le tendenze del momento per aumentare la visibilità o le vendite, cerco di costruire una crescita solida e progressiva per il brand, attraverso una divulgazione online costante di contenuti che siano davvero utile alle mie ‘ragazze’, che si stanno avvicinando, attraversano o hanno passato il periodo della menopausa. Oltre a come impiegare i prodotti cosmetici, quindi, insegno loro concretamente cosa fare per essere sempre in forma e toniche. Sono principalmente 3 i pilastri fondamentali del mio metodo e spaziano dagli esercizi posturali, all’esecuzione di massaggi mirati, fino al mantenimento del giusto livello di elasticità della pelle. Ogni settimana metto a disposizione sul mio canale Youtube un nuovo contenuto informativo al riguardo. La passione per questa professione e la responsabilità che sento nel dare contenuti e formule di estremo valore, faccio fatica a condividerli con altri professionisti del settore. Non riesco ad accettare, per il mio brand, le logiche del mondo degli influencer che elogiano un prodotto e i suoi benefici spinti da sinergie di carattere commerciale. Per questo bSoul cresce magari più lentamente rispetto ad altri brand che adottano un marketing più spinto, ma il successo è sicuramente solido.

 

Grazie a questo percorso di divulgazione online sulla bellezza e il benessere dedicati alle donne mature, iniziato nel 2018, Martina Bindi ha portando bSoul a superare in 4 anni i 2milioni di fatturato, generando lavoro per 14 persone, con una customer retention del 69%, un order retention di oltre il 70%  e dando vita a una community di oltre 200mila donne, tra clienti e utenti social.