EVENTI

Il Rosmersholm di Ibsen al Teatro Franco Parenti

Il Rosmersholm di Ibsen al Teatro Franco Parenti – Dal 23 gennaio all’11 febbraio, al Teatro Franco Parenti va in scena “Rosmersholm”, dramma scritto nel 1886 dal drammaturgo norvegese Henrik Ibsen, che è considerato, insieme ad “Anatra selvatica”, è considerato il suo capolavoro. 
Protagonista è Rebekka West (futuro oggetto dello studio di Freud e di Groddeck), donna nascostamente passionale e libera pensatrice apparente, che prende servizio nella casa del pastore Rosmer, espressione e al contempo vittima di un ordine aristocratico chiuso in se stesso governato da ferree leggi morali e forse addirittura soprannaturali: “i bambini a Rosmersholm non ridono mai…”.
Il testo di Ibsen rappresenta un horror in forma di seduta psicanalitica, forse il più palpitante “copione del terrore” uscito dalla penna del drammaturgo norvegese. Si tratta in effetti di un grande incubo, un entusiasmante duello di anime senza esclusione di colpi.
Dopo “Mephisto” di Klaus Mann, Luca Micheletti e Federica Fracassi esplorano l’universo ibseniano con quest’opera scritta dall’autore norvegese nell’ultima fase della sua vita (e proseguiranno nel Percorso Ibsen con “Peer Gynt (Suite)”, in cartellone ad aprile).

 


LOCANDINA Rosmersholm

  • di Henrik Ibsen
  • riduzione Massimo Castri
  • da un’idea di e con Federica Fracassi e Luca Micheletti
  • regia Luca Micheletti
  • musiche Henry Cow, Jeff Greinke, Emmerich Kálmán
  • luci Fabrizio Ballini
  • suono Nicola Ragni
  • produzione Teatro Franco Parenti
  • in collaborazione con Compagnia Teatrale I GUITTI
  • sotto l’Alto Patrocinio della Reale Ambasciata di Norvegia e con il sostegno di Innovation Norway