EVENTI

Torna girotondo.com al Teatro Filodrammatici

Torna girotondo.com al Teatro Filodrammatici – Torna in scena da domani, per rimanere in programma fino al 29 gennaio, uno degli spettacoli più provocatori che il Teatro Filodrammatici ha ospitato in questi anni, il “Girotondo” (“Reigen”) di Schnitzler, qui nella versione contemporanea “girotondo.com” di Bruno Fornasari.
L’opera teatrale del drammaturgo austriaco Arthur Schnitzler, da lui scritta tra la fine del XIX secolo e gli inizi del XX secolo, è andata in scena per la prima volta nel 1920, a Berlino. Tra i capolavori di Schnitzler, l’opera, fin dalla sua prima rappresentazione, fu al centro di un procedimento giudiziario per pornografia.
L’intreccio prende vita dagli incontri tra dieci personaggi, di altrettante differenti condizioni sociali e umane. In una serie di quadri, i personaggi dialogano tra loro, due alla volta, per concludere il dialogo con un atto sessuale. Uno dei due personaggi è quindi protagonista del dialogo successivo, in un susseguirsi di scene che danno vita all’opera, che non possiede una vera e propria trama. Il titolo, “Girotondo”, è un chiaro riferimento a questa concatenazione e susseguirsi di dialoghi e personaggi.
Nella versione di Bruno Fornasari che va in scena al Teatro Filodrammatici, i soldati, le dame e i nobili della Vienna di Schnitzler cedono il posto a icone della nostra attualità, come il vincitore di un reality costretto a fare il gigolò, l’insegnante di liceo innamorata del suo allievo e le ragazzine disposte a qualche sacrificio pur di far carriera. A farne le spese è proprio il sesso, ridotto a mero strumento per ottenere privilegi, soddisfare ambizioni, esercitare potere e mettersi in mostra.

 


LOCANDINA girotondo.com

  • di Bruno Fornasari
  • ispirato a “Girotondo” di Arthur Schnitzler
  • con Tommaso Amadio, Alice Redini
  • scene e costumi Erika Carretta
  • regia Bruno Fornasari
  • assistente alla regia Michele Basile 
  • assistente costumista Linda Muraro
  • équipe tecnica Andrea Diana, Silvia Laureti
  • produzione Teatro Filodrammatici di Milano