BENESSERE NEWS

GUERRA ALL’INFLUENZA!

GUERRA ALL’INFLUENZA!

Inizia da questa settimana un appuntamento costante con la rubrica settimanale Benessere News: informazioni, approfondimenti, curiosità e consigli per vivere in salute.


GUERRA ALL’INFLUENZA!

È iniziato il conto alla rovescia. L’epidemia influenzale sta per dilagare e promette di mettere a letto milioni di italiani mentre già da ora raffreddori, infezioni respiratorie e gastroenteriche stanno mettendo in ginocchio bambini e adulti. Non si può più perdere tempo: occorre approntare le armi terapeutiche più appropriate per attivare una strategia di difesa contro il Generale Inverno!

OMEOPATIA

Non si tratta di una questione di fede, i rimedi omeopatici funzionano nella prevenzione e in fase acuta e sono indicati soprattutto in età infantile, per le donne incinte e chi è in politerapia, per evitare rischi di interazioni farmacologiche ed effetti indesiderati. Da ottobre fino a marzo occorre pianificare un’adeguata prevenzione, per stimolare il sistema immunitario, con monodosi settimanali a base di Anas barbarie alla 200 K a cui, una volta al mese, è possibile associare Influenzinum alla 200 CH.Una sorta di “vaccinazione omeopatica” che si può tranquillamente affiancare a quella più tradizionale della medicina ufficiale. Non appena insorgono i primi sintomi da raffreddamento possiamo attingere a una serie di farmaci omeopatici di pronta e sicura efficacia. Per la febbre: Aconitum, per una febbre elevata che insorge dopo un colpo di freddo, da abbinare a Belladonna, quando la sudorazione diventa particolarmente abbondate e sentiamo la pelle molto calda; appena la temperatura inizia ad abbassarsi e ci sentiamo molto spossati si passa a Ferrum phosphoricum. Si assumono tutti alla 9 CH, 5 granuli ogni ora, diradando l’assunzione con il migliorare dei sintomi. Per starnuti ricorrenti e rinorrea fluente e irritante Allium cepa alla 15 CH mentre se si ha una forte sensazione di naso chiuso e secco l’ideale è abbinare Nux vomica e Sticta pulmonaria alla 9 CH, 5 granuli ogni ora.

FITOTERAPIA

I rimedi in verde utili a rafforzare le difese immunitarie comprendono: l’intramontabile Echinacea (in particolare le tre specie pallida, purpurea e angustifolia), da assumere a cicli di 6 settimane alternati a 2 settimane di interruzione; il Sambuco un eccellente antivirale la cui azione viene notevolmente potenziata se associato al Millefoglio (o Achillea) soprattutto in una calda tisana per favorire una benefica sudorazione per abbassare la febbre ed eliminare le tossine. Tutti questi rimedi si possono assumere sotto forma di estratti secchi (in capsule o compresse), estratti idroalcolici e tinture madri (da dosare in gocce, in genere 20-30 gocce dalle due alle tre volte al giorno), infusi, decotti o tisane. Una citazione a parte per il succo e/o sciroppo di Olivello spinoso, una vera bomba di vitamine (soprattutto A e C) e antiossidanti, o di Rosa canina (tra le fonti naturali più concentrate in vitamina C) qualità che li rendono preziosi ausili per contrastare i tipici disturbi della stagione fredda e ottimi tonici-ricostituenti.

MICOTERAPIA

È la nuova frontiera terapeutica: funghi dalle proprietà miracolose, e non stiamo parlando di quelli allucinogeni, tipo il Peyote… Reishi (o Ganoderma Lucidum), Shiitake (o Lentinula edodes) e Maitake (o Grifola frondosa) rappresentano una triade molto apprezzata nella cultura giapponese e cinese per le molteplici virtù che vengono a essi attribuite: dalla capacità di abbassare i livelli glicemici alle proprietà anticancro (da dimostrare). Di certo diversi test e studi di ricerca hanno avvalorato la capacità di attivare macrofagi e linfociti, i soldati che il nostro sistema immunitario schiera da sempre in prima linea contro virus e batteri. In commercio esistono alcune formulazioni in capsule che li contengono in associazione ma nulla vi vieta di sfruttarne i miceli freschi per preparare esotiche e sfiziose insalate.

NUTRACEUTICA

Esistono alcune sostanze essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo, anche se in minime tracce, appena percettibili a livello quantitativo ma in grado di segnare il limite tra salute e malattia (i cosiddetti oligoelementi) e nel caso specifico delle difese immunitarie i veri mattatori sono zinco, manganese e rame. Per evitare continue recidive si possono assumere in fiale già pronte da una (in prevenzione) a tre volte (nelle fasi più critiche) a settimana. Oppure li possiamo ricavare dagli alimenti e nello specifico: lo zinco da ostriche, cereali (germe di grano e avena in particolare), frutta secca, legumi e semi (di zucca, sesamo e girasole); come sorgenti di manganese scopriamo tè, zenzero e zafferano mentre il rame lo ritroviamo in salmone, molluschi, avocado, noci e nocciole. Oltremodo note le qualità dei cibi ricchi in acido ascorbico (vitamina C): dagli agrumi al kiwi, dalla lattuga ai broccoli, dai peperoni rossi al ribes. Un altro alimento utile in particolare nella cura delle affezioni alle vie respiratorie è il miele di Manuka, originario della Nuova Zelanda e oggi diffuso a ogni latitudine grazie alle sue spiccate doti antibatteriche. Potrete usarlo per dolcificare tisane di malva e piantaggine (un vero toccasana per la gola infiammata) oppure per rendere ancora più salutare e goloso un rimedio antico e intramontabile, specie nelle fredde serate invernali: un bicchiere di vin brulé arricchito con chiodi di garofano e cannella. Vedrete che il mal di gola e il raffreddore spariranno in un lampo e appena toccherete il cuscino scivolerete in un sonno corroborante!