LIFESTYLENews

Fidelizzazione del cliente: idee e strategie per promuovere il proprio business

C’è una regola del marketing che vale quanto un lingotto d’oro: è meglio fidelizzare un cliente piuttosto che cercarne uno nuovo. La fidelizzazione consente infatti di ottimizzare la spesa pubblicitaria e di mantenere in azienda un consumatore, con il doppio vantaggio di tenerlo lontano dalla concorrenza. Ecco perché oggi scopriremo insieme le migliori idee e strategie per riuscirci.

Cos’è la fidelizzazione e quali sono i suoi vantaggi

Quando si parla di fidelizzazione, si fa riferimento ad una serie di tecniche e di aspetti che hanno il compito di mantenere la fedeltà di un cliente verso un determinato brand. In sintesi, si spinge quel consumatore a tornare dall’azienda, quando avrà bisogno di soddisfare nuovamente un certo desiderio o necessità d’acquisto, evitando che possa poi rivolgersi alla concorrenza. È un vero e proprio investimento a lungo termine perché abbatte in modo netto il costo di acquisizione di un nuovo cliente. È chiaro che si tratta comunque di un impegno, fatto di strategie come i servizi post-vendita, che hanno visto anche mutare i comportamenti dei clienti dopo gli eventi legati alla pandemia, e di tecniche come la personalizzazione del servizio offerto.

 

Idee e strategie per fidelizzare un cliente

Una prima strategia “concreta” prevede l’uso dei gadget, degli strumenti ideali per fidelizzare un cliente, anche per via del loro costo solitamente ridotto. Promo e regali fanno parte di questo pacchetto di idee, e possono adattarsi a qualsiasi utente, dal compratore che spende molto fino a quello che tende a risparmiare ma fa acquisti reiterati nel tempo. A tal proposito, alcuni servizi che producono gadget personalizzati come axonprofil.it ad esempio, diventano delle risorse preziose e accessibili per customizzare oggetti come penne e cappellini, aggiungendo il logo della propria attività. Si tratta di oggetti che possono tornare utili soprattutto in periodi di grande fermento come il Natale, ad esempio, oppure da spedire al cliente nel giorno del suo compleanno.

Data la centralità del digitale in un’epoca come quella attuale, poi, in questo contesto non si potrebbe non parlare di remarketing, ossia l’interazione con gli utenti che hanno già avuto contatti con i servizi proposti dall’azienda. Si fa ad esempio riferimento all’email marketing e alle newsletter, che ancora oggi rappresentano due strumenti fondamentali per la fidelizzazione del cliente, e per altre opzioni come il recupero dei carrelli abbandonati prima dell’acquisto online sugli e-commerce. Le e-mail, se progettate nella maniera giusta, possono in effetti stuzzicare un cliente e riportarlo sulla piattaforma, così da farlo affezionare al brand.

Altre idee utili per fidelizzare un cliente? Curare in modo professionale il customer care service, per offrire un supporto completo all’utente dopo la vendita, in modo tale da far sentire l’acquirente di aver comprato non solo un prodotto ma anche un servizio efficiente e a tutto tondo. Inoltre, si consiglia di personalizzare la customer experience, ad esempio usando degli algoritmi in grado di “ricordare” le preferenze e di fornire idee ad hoc sulla base dei gusti dell’utente e delle sue azioni sul sito.