EVENTI

Fa ‘afafine, mi chiamo Alex e sono un dinosauro

Fa ‘afafine, mi chiamo Alex e sono un dinosauro – Debutta domani al Teatro Franco Parenti, e resterà in programma fino al 19 dicembre, “Fa ‘afafine – Mi chiamo Alex e sono un dinosauro”, lo spettacolo di Giuliano Scarpinato che ha vinto numerosi premi, come l’Eolo Awards 2016 per il miglior spettacolo di teatro per ragazzi, il Premio Infogiovani 2016 (al FIT Festival di Lugano) e il Premio Scenario Infanzia 2014.
Lo spettacolo, inoltre ha ottenuto il patrocinio ufficiale di Amnesty International – Italia “per aver affrontato in modo significativo un tema particolarmente difficile a causa di pregiudizi e ignoranza, rappresentando con dolcezza il dramma vissuto oggi da molti giovani”.
Nella lingua samoana esiste un termine per definire coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro: “fa’afafine”. Sono un vero e proprio terzo sesso, cui la società non impone una scelta, e che gode di considerazione e rispetto. Alex non vive a Samoa, ma vorrebbe anche lui essere un “fa’afafine”; è un “gender creative child”, o semplicemente un bambino-bambina, come ama rispondere quando qualcuno gli chiede se è maschio o femmina. La sua stanza è un mondo senza confini che la geografia possa definire: ci sono il mare e le montagne, il sole e la luna, i pesci e gli uccelli, tutto insieme. Oggi per Alex è un giorno importante: ha deciso di dire a Elliot che gli vuole bene, in un modo speciale. Cosa indossare per incontrarlo? Il vestito da principessa o le scarpette da calcio? Alex ha sempre le idee chiare su ciò che vuole essere, ma oggi è diverso: è innamorato.

 


LOCANDINA Fa ‘afafine – Mi  chiamo Alex e sono un dinosauro

  • testo e regia Giuliano Scarpinato
  • con Michele Degirolamo
  • in video Giuliano Scarpinato e Gioia Salvatori
  • visual media Daniele Salaris e Videostille
  • progetto scenico Caterina Guia
  • illustrazioni Francesco Gallo- Videostille
  • luci Giovanna Bellini
  • produzione CSS Teatro Stabile di Innovazione del FVG Teatro Biondo Stabile di Palermo