EVENTI

EXPO Milano 2015, la grande occasione

EXPO Milano 2015, la grande occasione – Ci siamo. Sono passati sette anni da quel 31 marzo 2008, giorno in cui Milano strappò a Smirne l’organizzazione dell’Esposizione Internazionale. Da allora, dopo i primi brindisi e le strette di mano è iniziata una corsa (a ostacoli) che non si è ancora conclusa. Polemiche, rallentamenti, incidenti di percorso, diplomatici soddisfatti e altri delusi; chi loda un’organizzazione efficace e chi punta il dito contro una gestione lacunosa e imprecisa. Col fiatone e le gambe pesanti, Expo ha comunque tagliato il traguardo. Oggi prende il via l’appuntamento più importante del 2015, quello che metterà Milano sotto i riflettori del Mondo fino al 31 ottobre.

“Nutrire il pianeta, Energia per la vita” è il tema scelto per provare ad alzare l’asticella sull’attenzione all’alimentazione e alla nutrizione in generale. Sarà lungo il viaggio per attraversare le cucine tradizionali di tutti i 145 Paesi presenti all’evento, assaporando ogni secondo di questa kermesse, nella cornice di musica e spettacolo, con il duplice scopo di esaltare le papille gustative e, allo stesso tempo, imporre importanti riflessioni sociali.

Un solo pensiero accompagnerà Milano in questi sei mesi, uccidere la fame nel mondo, utilizzando Expo come filo conduttore di tutti gli eventi che si snoderanno nel labirinto universale, per trovare la soluzione alla corretta alimentazione, al paradosso spreco-consumo, alla denutrizione e all’obesità. Ma anche alla morte per cattive abitudini alimentari e al valore della vita per un tozzo di pane.

In questi sei mesi si rincorreranno le iniziative dedicate all’alimentazione e al suo consumo per cercare di dare una risposta concreta al problema degli sprechi.

Ci proverà per prima la mostra “Fab Food” (1 maggio – 31 ottobre), ospitata dal Padiglione Italia. Il progetto, curato dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, è un viaggio attraverso i sensi. Dieci sale per scoprire i cibi della tradizione italiana, con tanto di “Juke-box dei desideri”, un dispositivo che elabora il piatto dei sogni. Ma al momento non tutti hanno il privilegio di scegliere quanto e cosa mangiare. Per questo il cuore della mostra ruota intorno alla giostra “Nutrire il Pianeta”, che spiega quale può essere il contributo individuale per il sostentamento di tutti.

Il “Future Food District” prova invece a immaginare il supermercato del futuro. Uno spazio di 2.500 metri quadri in cui i visitatori potranno conoscere una catena alimentare etica e trasparente, senza dimenticare i rapporti umani: fare la spesa in un luogo di incontro, non in un non-luogo. E ancora, i prodotti alimentari che hanno reso celebre l’Italia nel mondo, la sublimazione dei sapori dei cinque continenti snodati in decine di padiglioni tematici, eventi, conferenze e festeggiamenti per sei mesi indimenticabili. Perché dal 1 novembre 2015 tutto possa cambiare, per davvero.

Per informazioni: http://www.expo2015.org/it


Gallery EXPO Milano 2015: la grande occasione