EXPO STORIA

EXPO 1855 PARIGI

EXPO 1855 PARIGI

L’Exposition Universelle des produits de l’Agriculture, de l’Industrie et des Beaux-Arts, questo il nome ufficiale di Expo 1855 Parigi, si tenne a Parigi dal 15 maggio al 15 novembre 1855. Come dichiarato nel nome ufficiale, il motivo fondante fu la promozione dei prodotti dell’industria, dell’agricoltura e delle Belle Arti, e l’esposizione fu organizzata a Parigi al Champ-de-Mars.

Erano gli anni dell’impero di Carlo Luigi Napoleone Bonaparte, meglio noto come Napoleone III di Francia e, senza celare la rivalità con l’Inghilterra (sede della prima esposizione Universale, Expo 1851 Londra), la Francia volle stupire il mondo con un nuovo Palazzo di Cristallo, il terzo, quindi, dopo quelli di Londra e New York (Expo 1853 New York): cambiò il nome, ma non il concetto, e fu così eretto il Palais de l’Industrie.

In occasione di Expo 1855, Napoleone III diede ordine di selezionare i migliori vini Bordeaux in modo tale che i visitatori di tutto il mondo avessero l’opportunità di assaporarne l’aroma e il bouquet unici: tale cernita diede origine alla Classificazione Ufficiale dei Vini di Bordeaux del 1855, un’ufficiale valutazione della qualità dei vini sulla base della nomea del castello di provenienza e del prezzo.

Questa Esposizione Internazionale fu la prima ad avere previsto un padiglione interamente dedicato alle Belle Arti: furono messi in mostra agli occhi dei fortunati visitatori ben cinquemila dipinti provenienti da tutto il mondo, grazie alla partecipazione di ben 28 Paesi. Tra le mirabili opere esposte, vanno citate quelle di Eugène Delacroix (35 dipinti), Dominique Ingres (40 dipinti), Camille Corot (6 dipinti), Jean-François Millet (un dipinto), tra gli altri.

Peculiare la partecipazione del nostro Paese: dal momento che l’attuale Italia al tempo era divisa in diversi Stati, parteciparono a Expo 1855 lo Stato della Chiesa (Roma), il Granducato di Toscana, il Regno di Sardegna e la fetta di Impero Austro-Ungarico che comprendeva le Regioni a nord dell’Italia.

Come da tradizione, tutti gli edifici di Expo 1855 furono smantellati, al termine dell’esposizione, ad eccezione del Teatro du Rond-Point, ubicato agli Champs-Élysées e progettato dall’architetto Gabriel Davioud.

Grande afflusso di visitatori in questa edizione, che vide la partecipazione di 34 Paesi e che, con i suoi 5.162.330, si avvicinò di molto ai 6 milioni di Expo 1851 Londra. Grande fu anche la spesa sostenuta, l’equivalente di 5 milioni di dollari, che non fu recuperata, se non per circa un decimo del totale.


GALLERY EXPO 1855 PARIGI

 


VIDEO EXPO 1855 PARIGI

  • Exposition universelle de 1855 à Paris – Palais de l’Industrie

  • Exposition universelle de 1855