BENESSERE NEWSLIFESTYLE

AROMATERAPIA FAI DA TE

AROMATERAPIA FAI DA TE – Recentemente è rimbalzata la notizia che un gruppo di ricercatori iraniani dell’Università di Shiraz ha riporato alla luce uno strumento terapeutico della medicina tradizionale locale, da secoli celebrato per i benefici effetti sui dolori articolari. Il medicamento in questione altro non è che l’olio di Matricaria Recutita, meglio nota come Camomilla, una pianta che cresce spontaneamente a bassa quota nei prati, dall’Asia all’Europa. Si è visto che applicando sulle articolazioni – 3 volte al giorno, per 3 settimane continuative – un impasto di olio di sesamo e di fiori essiccati di camomilla, rinvenuti in acqua portata all’ebolizione, con il passare del tempo l’azione antinfiammatoria e antidolorifica è paragonabile (se non migliore) a quella esercitata da un gel a base di diclofenac all’1% (una classica formulazione topica per traumi osteoarticolari). Un risultato che in realtà non ci sorprende, vista la sua ricchezza di sostanze (tra cui l’alfa bisabololo e l’azulene) in grado di placare tensioni, spasmi e infiammazioni.

AROMATERAPIA FAI DA TE

Prendendo spunto dalla notizia appena citata, proviamo a cimentarci in una sorta di “aromaterapia fai da te” tra le mura domestiche. Scopriremo tanti validi alleati per il nostro benessere quotidiano, senza dover dare fondo al portafogli…
Una premessa fondamentale: ogni volta che si intende fare ricorso all’utilizzo di oli essenziali sulla cute, l’olio essenziale non va mai applicato puro, ma diluito in un opportuno “veicolo”. Si tratta di un olio vegetale (come quello di sesamo sfruttato nell’esperimento con la camomilla), prezioso per la nostra salute e la nostra bellezza, in quanto dotato di proprietà emollienti, nutrienti, idratanti e riparatrici. Tra gli oli più in uso nel campo dell’aromaterapia ricordiamo: l’olio di oliva (ricco di vitamine A ed E, validi anti-aging; gli acidi grassi linolenico e linoelico: un toccasana per dermatiti, eczemi, psoriasi); l’olio di mandorle dolci (un concentrato di vitamine, minerali e aminoacidi); l’olio di jojoba (in realtà una cera, ma liquida al di sopra dei 10°C; la sua composizione è talmente simile a quella della barriera lipidica della nostra pellle da farlo letteralmente fondere con gli strati cutanei). Considerando prodotti più pregiati, ricordiamo anche l’olio di germe di grano (una vera bomba di vitamina E; è un potente rigenerante della pelle) e l’olio di vinaccioli (caratterizzato da un alta concentrazione di polifenoli e acidi grassi polinsaturi; rassoda, tonifica e schiarisce la pelle).

UTILIZZI CONSIGLIATI

CADUTA DEI CAPELLI

Per porre un freno al diradamento della nostra capigliatura, si possono miscelare 2 gocce di olio essenziale (o.e.) di achillea (rigenerante cellulare con proprietà astringenti e cicatrizzanti) e 3 gocce di o.e. di rosmarino (un toccasana per capili fragili e deboli) in un cucchiaio di germe di grano. Si consiglia di massaggiare il cuoio capelluto da una o due volte a settimana, lasciando agire per una decina di minuti e poi lavare via con uno shampoo non aggressivo.

RAFFREDDORE

Se in questi giorni tosse, naso chiuso o una rinorrea fluente vi stanno affliggendo, cercate tra i rimedi naturali e procuratevi gli oli essenziali di pino mugolo, eucalipto e mirra; 4 gocce di ogni o.e. vanno aggiunte a 50 ml di olio di mandorle dolci e, con un cucchiaio della miscela, potete praticare un massaggio al petto prima di coricarvi oppure disperdarla nell’ambiente.

MAL DI TESTA

Spesso alla sera o nel fine settimana ci capita di essere sopraffatti da tensioni e ansia che in genere sfociano in contratture a carico di spalle, collo e, di seguito, in sgradevoli mal di testa. In questi casi cercate di rilassarvi e applicate (o meglio fatevi applicare) con massaggi circolari, lenti e costanti – dalle tempie scendendo poi fino a collo, scapole e spalle – la seguente miscela di aromi: 2 gocce di o.e. di menta e 4 gocce di o.e di camomilla in un cucchiaio da minestra di olio di oliva.