LUGANO

AGNESE ZGRAGGEN, FOOD DESIGNER

AGNESE ZGRAGGEN, FOOD DESIGNER – [PUBLIREDAZIONALE]

Intervista ad Agnese Zgraggen, food designer.

Se dovesse definire la sua professione, che parole utilizzerebbe?
Sono una food designer. Creo oggetti pensati come gioielli, realizzati a partire da prodotti della natura quali verdure di stagione, fiori e frutta. Opere effimere realizzate per essere osservate, indossate e consumate in un semplice atto trasformato in evento, una messa in scena, “il consumo dell’opera” in interazione con il pubblico.

Da dove trae ispirazione per i suoi “gioielli per una notte”?
Siccome sono appassionata di cucina, lavorando con il cibo ho scoperto un mondo meraviglioso, estremamente ricco e variegato. Ho passato molte ore a osservare gli alimenti: una semplice foglia rivela la sua natura complessa se ci si prende il tempo di guardarla, toccarla e apprezzarla. Si scoprono venature, piegature e colorazioni diverse. Ogni verdura è un paesaggio a sé. Una carota cambia aspetto a seconda di come la si tagli. Esistono verdure che seccano bene e quindi passano il processo di trasformazione seguendo il ciclo delle stagioni della vita. Ce ne sono altre molto deperibili, che marciscono in fretta. Altre ancora che si ossidano. Attraverso i gioielli di verdura io desidero mostrare quanto sia straordinariamente bella la natura, il mio legame con essa, provando un senso di gratitudine.

In che modo le sue creazioni sono legate al territorio?
Nella scelta degli alimenti che compongono le mie creazioni mi affido ai produttori locali e agli allevatori. Queste realtà sono una vera miniera d’oro per trovare cibi freschi e di qualità. Verdure, formaggi, vini, diverse varietà di farine… è un vero piacere di acquistare e mangiare alimenti con la freschezza tipica del km 0. Comprare direttamente dal produttore non ha prezzo: rafforza i rapporti sociali e, naturalmente, sono i produttori locali a garantire alimenti di qualità. Acquistare da loro significa diventare testimoni e sostenitori di coloro che investono nell’importanza del territorio costruendosi. Qui mi sento a casa e trovo spazio per potermi esprimere e realizzare a livello professionale.

Qual è il suo luogo preferito in Ticino?
Ho riscoperto la Valle di Blenio e la prediligo rispetto ad altri luoghi, ho inoltre un legame molto forte con la Valle Bavona per il sapore selvaggio che mi trasmette; adoro poi le giornate di sole al Ponte Romano di Intragna e la via del Ferro in Valle Morobbia. Infine, sono legata ad Arcegno, a due passi da Locarno, nella memoria del mio vissuto e perché fa parte delle mie origini.


LINK UTILI

www.agnesezgraggen.ch


GALLERY AGNESE ZGRAGGEN