LIFESTYLELUGANOVIAGGI

12 borghi da non perdere vicino a Lugano

Dodici idee per altrettante gite fuoriporta, dodici tra borghi e villaggi da scoprire tra portici e stradine, antiche chiese e musei. Ma anche passeggiate nella natura, alla scoperta di sentieri e panorami di grande bellezza. Tutto a pochi chilometri da Lugano e dal suo bel lago.

 

  1. Brè, il villaggio degli artisti                                                                                                                                     Una vera chicca per gli amanti dell’arte: qui vissero Pasquale Gilardi (1885-1934), Wilhelm Schmid (1892-1971) e Josef Birò (1887-1975). Pur mantenendo le sue caratteristiche di villaggio rurale, nel tempo Brè si è arricchito di numerose testimonianze artistiche, tra cui il museo Wilhelm Schmid, casa abitata a suo tempo dall’omonimo artista.
  2. Caslano, tra montagna e lago                                                                                                                                     Una vera perla tra i borghi vicino a Lugano, ideale per chi ama il contatto con la natura e le attività outdoor. Dominato dal Sassalto, il monte a forma di penisola, il territorio intorno a Caslano è disseminato di sentieri, oltre a ospitare interessanti realtà museali come il Museo della Pesca, l’esposizione di apparecchi fotografici della Fondazione Vincenzo Vicari e il Museo del Cioccolato.
  3. Gandria, il romantico villaggio dei pescatori                                                                                            Tra gli itinerari più amati dai turisti è proprio il tragitto in barca da Lugano a Gandria con rientro a piedi. Il centro abitato chiuso al traffico è una dedalo di viuzze e scorci che vale la pena immortalare con la macchina fotografica, oltre alla cinquecentesca chiesa di San Vigilio col sontuoso interno barocco e l’alto campanile tardomedievale.
  4. Carona, tra chiese e opere d’arte                                                                                                                     Architetti, scultori, stuccatori e maestri scalpellini hanno lasciato il segno nel corso del tempo decorando chiese e abitazioni di questo delizioso borgo. Oltre alle belle case signorili, degna di nota è la chiesa di S. Giorgio dal sontuoso interno a tre navate e l’adiacente Loggia Comunale costruita tra il 1591 e il 1592,con un elegante porticato a cinque arcate e  decorazioni architettoniche illusionistiche.
  5. Morcote, “il più bel villaggio della Svizzera” nel 2016                                                                           Non a caso chiamato “la perla del Ceresio”, Morcote incanta per le stradine, i portici e la vegetazione lussureggiante che conferisce un’aria subtropicale del tutto particolare. Da non perdere la chiesa di Santa Maria del Sasso in stile rinascimentale barocco, il suggestivo cimitero a terrazze, la scala monumentale composta da 404 scalini e la Torre del Capitano.
  6. Tesserete e il campanile a sette piani                                                                                                            Con il campanile romanico di sette piani, la chiesa parrocchiale di Santo Stefano è certamente una delle maggiori attrattive di Tesserete. Poco sopra il paese, il convento Santa Maria del Bigorio è un monumento di importanza nazionale. Fondato nel 1535, oggi ospita un centro per convegni religiosi, spirituali e culturali e un piccolo museo dedicato alla vita dei monaci.
  7. Montagnola e Gentilino, sulle tracce di Herman Hesse                                                                       43 anni di vita vissuti qui, a Montagnola, fanno di questo villaggio una meta imperdibile per gli amanti dello scrittore premio Nobel. Il museo a lui dedicato venne aperto nel 1997, in occasione dei 120 anni dalla sua nascita, mentre la sua tomba si trova nel cimitero di Gentilino, presso la Chiesa di Sant’Abbondio, a 15 minuti di cammino circa.
  8. Melide, tra passeggiate e Swissminiatur                                                                                                      Per chi non ha tempo di conoscere tutta la bellezza della Svizzera, Swissminiatur regala un assaggio in scala 1:25 in un parco molto amato da adulti e bambini. Oltre a questa attrattiva, Melide riscuote successo per le numerose possibilità di attività all’aria aperta tra passeggiate e percorsi fitness.
  9. Miglieglia, in salita fino al Monte Lema                                                                                                       Dopo aver visitato la bella chiesa di Santo Stefano al Colle, una gita a Miglieglia può proseguire con la salita in funivia al Monte Lema, da dove si gode uno dei più maestosi panorami dell’intero Ticino, che spazia da una parte su tutto il lago di Lugano e dall’altra sul lago Maggiore fino alle cime delle Alpi, tra cui si distingue il Monte Rosa.
  10. Origlio, verde e attività intorno al laghetto                                                                                                È una vera e propria perla ambientale Origlio, grazie anche alla presenza del laghetto formatosi circa 13000 anni fa con il ritiro dei ghiacciai. Belle anche le passeggiate all’interno del paese, con la chiesa di San Vittore a Carnago e la chiesa di San Giorgio. 
  11. Sessa, il villaggio conteso per secoli                                                                                                               Milanesi, Comaschi e Svizzeri si sono contesi questo piccolo territorio per secoli, grazie alla sua posizione strategica. Questa centralità storica regala oggi ai visitatori importanti punti di interesse, tra cui il palazzo del tribunale, il torchio, la chiesetta medievale di Santa Maria e quella rinascimentale di Sant’Orsola.
  12. Vico Morcote, tra boschi e vigneti                                                                                                                   Un piccolo gioiello architettonico con vicoli e portici risalenti al XVII e XVIII secolo, ma anche il punto di partenza ideale per passeggiate immersi in una ricca vegetazione mediterranea. Sopra al borgo, nel cuore dell’Azienda Agricola Arbostora, sorge un castello risalente al 1450, particolarmente suggestivo con la sua posizione a strapiombo.