EVENTI

La Filarmonica Arturo Toscanini di Parma debutta in Auditorium a Milano

La Filarmonica Arturo Toscanini di Parma debutta in Auditorium a Milano – Nell’ambito della Stagione Sinfonica 2017 l’orchestra laVerdi prosegue le collaborazioni esterne con altri prestigiosi ensemble. Venerdì 21 (ore 20.00) e domenica 23 aprile (ore 16.00), in particolare, l’Auditorium di Milano vedrà il debutto della Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, diretta da Francesco Lanzillotta. L’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi ricambia in questo modo l’ospitalità ricevuta lo scorso anno, nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni della nascita di Arturo Toscanini.
La filarmonica parmense, sotto la direzione del Maestro Francesco Lanzillotta, propone un programma all’insegna dell’originalità e con un tocco di stravaganza, che attraverserà due secoli di storia della musica attraverso le musiche di Beethoven e del compositore statunitense John Corigliano junior (classe 1938).
Ad aprire il programma è proprio la musica contemporanea di Corigliano, del quale la prestigiosa orchestra emiliana eseguirà il Concerto per violino, conosciuto anche come “The Red Violin”, estratto e ampliato dalla colonna sonora composta da Corigliano stesso per l’omonimo film di François Girard (1998), premiata con l’Oscar nel 1999. L’esecuzione del concerto vedrà inoltre la partecipazione del grande talento della violinista Mihaela Costea.
La seconda parte del programma sarà dedicata alla Sinfonia n. 7 di Beethoven, scritta tra il 1811 e il 1812, che secondo Wagner, come da lui riportato in “L’opera d’arte dell’avvenire”, rappresenta “l’apoteosi della danza: è la danza nella sua suprema essenza, la più beata attuazione del movimento del corpo quasi idealmente concentrato nei suoni. Beethoven nelle sue opere ha portato nella musica il corpo, attuando la fusione tra corpo e mente”. Celebre in particolare il secondo movimento, “Allegretto”, che viene aperto e chiuso da un accordo dolente in la minore, e che è formato da due temi: il primo, basato su una melodia dal ritmo marcato, è quasi una marcia ed è inoltre ripetuto più volte e progressivamente arricchito nel contrappunto; il secondo, invece, ha un andamento cantabile. In molti lo ricorderanno come tema musicale nella scena finale del bellissimo “Il discorso del re”, film del 2010 vincitore di 4 premi Oscar.

 


GALLERY Filarmonica Arturo Toscanini