EVENTI

La black music dei T-Roosters e l’Irish Music Fest allo Spazio Teatro 89

La black music dei T-Roosters e l’Irish Music Fest allo Spazio Teatro 89 – Weekend particolarmente ricco quello in programma allo  Spazio Teatro 89 di Milano, in via Fratelli Zoia 89.
Sabato 13 gennaio (ore 21.30) riprendono gli appuntamenti della rassegna “Milano Blues 89”, e a inaugurare la rassegna saranno i T-Roosters, con un live a tutto groove che intende inoltre celebrare i dieci anni di vita della band.
I quattro musicisti che compongono la band (Giancarlo Cova alla batteria, Lillo Rogati al basso e al contrabbasso, Tiziano Galli alla voce e alla chitarra e Marcus Tondo all’armonica) sono accomunati dalla passione per la musica nera dagli anni Cinquanta in poi e, in particolare, dall’amore per lo swing, il blues, il RnB, il Rocknroll, il southern e il Boogie. Tra gli artisti che hanno influenzato il loro percorso musicale ricordiamo, in particolare, T-Bone Walker, Muddy Waters, Percy Mayfield, Hollywood Fats e Chuck Berry.
All’inizio del 2016, i T-Roosters, che hanno all’attivo collaborazioni internazionali prestigiose, come quelle con Vivian “Vance” Kelly e Detroit Gary Wiggins, si sono esibiti all’IBC, l’International Blues Challenge di Memphis, qualificandosi per le semifinali, obiettivo mai raggiunto prima di loro da una band italiana.
In occasione del loro live di sabato allo Spazio Teatro 89, i T-Roosters proporranno i brani del loro repertorio, dal recente album Another Blues To Shout a “Dirty Again, senza dimenticare No monkey but the blues.

Da oggi, venerdì 12 gennaio (alle ore 21.30), e fino a venerdì 9 febbraio all’Auditorium di via Fratelli Zoia 89 tornano le atmosfere d’Irlanda con la quinta edizione dell’Irish Music Fest.
Flauti, cornamuse, mandolini, violini, percussioni, arpe, tamburi (anzi, bodhran), bouzouki ma non solo: lo Spazio Teatro 89 ospiterà quattro concerti dedicati ai suoni, agli strumenti e ai balli tipici dell’Isola di smeraldo. Proprio le danze (si tratta di una novità) avranno un ruolo di primo piano nella prossima stagione: prima di ogni concerto (dalle 19.30 alle 20.30), infatti, i docenti della Tara Dance Academy organizzeranno degli stage dedicati ai balli tipici irlandesi. Non solo: i partecipanti ai corsi avranno la possibilità di esibirsi, insieme agli insegnanti, durante i concerti, sulle note degli artisti impegnati sul palco dello Spazio Teatro 89. Il costo d’iscrizione ai workshop è pari a 5 euro e la partecipazione ai corsi dà diritto all’ingresso ridotto al concerto e ad una  consumazione gratuita al bar del teatro.
Il primo live della nuova stagione è affidato, venerdì 12 gennaio, ai Ceol (parola che in gaelico significa semplicemente “musica”), trio flauto-chitarra-bodhran che farà rivivere le antiche note della musica del mondo delle fate, tra atmosfere dolci e incantate e danze allegre e sfrenate. Da diversi anni i Ceol accompagnano le performance della Tara School of Irish Dancing, dando vita a serate festose, in linea con la più autentica tradizione irlandese.
Dopo l’esibizione dei Ceol, l’Irish Music Fest proseguirà con i concerti dell’Inis Fail trio (19 gennaio), dei Lyradanz (26 gennaio) e del gruppo Il Bandarone (9 febbraio).

 


GALLERY T-Roosters e Irish Music Fest